come scaricare mappe google

come scaricare mappe google

Quando ci si deve recare in nuovo luogo avere a propria disposizione delle mappe aggiornate dello stesso può essere sicuramente molto utile per evitare di perdersi.
Oggigiorno è possibile far fronte alla cosa in maniera molto facile grazie all’utilizzo di apposite app e servizi Web, primo tra tutti Google Maps.
Per poter fruire di tali app e servizi è però necessario disporre di una connessione ad Internet attiva e funzionante, cosa che purtroppo non sempre è possibile.
In situazioni di questo tipo sapere come scaricare mappe Google può dunque tornare utile, molto utile.

Se la cosa ti interessa e se vuoi quindi scoprire qualche utile trucchetto in modo tale da poter consultare le mappe di tuo interesse anche offline ti suggerisco di prenderti qualche minuto di tempo libero e di concentrarti attentamente sulle informazioni che andrò a fornirti nelle seguenti righe.
Come dici?
Hai già provato a farlo ma scaricare mappe Google non è possibile?
Beh, sappi che ti sbagli di grosso.
Utilizzando alcune specifiche risorse e funzionalità e mettendo in pratica i suggerimenti che sto per darti scaricare mappe Google diventa un’operazione fattibile, eccome.

Per poter scaricare mappe Google puoi infatti ricorrere all’impiego del programma Google Map Saver, a quello del software Google Earth e all’apposita funzione di download integrata nell’app Google Maps per smartphone e tablet.
Chiaramente la scelta della soluzione che pensi possa fare maggiormente al tuo caso spetta solo e soltanto a te, in base a quelle che sono le tue esigenze e preferenze.
In tutti i casi il risultato è assicurato.
Tieni comunque presente che a prescindere dal metodo da te scelto per poter scaricare mappe Google dovrai essere connesso ad Internet.
Una volta ottenuta la mappa potrai fare tranquillamente a meno della connessione.

Google Map Saver (Windows)

Se ti interessa capire come fare per scaricare mappe Google ti suggerisco innanzitutto di rivolgerti a Google Map Saver.
Si tratta di un programma gratuito per sistemi operativi Windows che consente di scaricare mappe Google e di salvarle in locale sotto forma di immagini in modo tale da poterle poi stampare o consultare liberamente ed in qualsiasi momento.

Se la cosa ti interessa il primo passo che devi compiere per poter scaricare mappe Google con Google Map Saver è quello di cliccare qui in modo tale da poterti subito collegare al sito Internet ufficiale del software.
Una volta visualizzata la pagina Web del software scorrila sino ad individuare il pulsante blu Download GMS dopodiché pigiaci sopra e poi clicca nuovamente sul pulsante Download GMS annesso alla nuova pagina Web che ti viene mostrata.

Attendi quindi che il download del programma venga avviato e portato a termine dopodiché clicca sul file gms_v1_0_3.exe che è stato appena scaricato sul tuo computer per cominciare subito ad utilizzare il software.
Clicca quindi sul pulsante Esegui per autorizzare l’esecuzione del programma dopodiché ti ritroverai dinanzi la schermata principale di Google Map Saver (il programma non necessita di installazione per poter essere utilizzato correttamente).

IMMAGINE QUI 1

A questo punto per poter scaricare mappe Google con Google Map Saver non devi far altro che seguire le istruzioni che ti vengono mostrate a schermo.
Digita quindi il nome della città e del paese di è tua intenzione salvare la mappa nel campo Location/POI (ad esempio Napoli, Italia), specifica le dimensioni che deve avere la mappa salvata nel campo Resolution (lasciando su Window Size sarà salvata una mappa grande quanto la finestra visualizzata sul desktop), il livello di ingrandimento della mappa nel campo Zoom, il tipo di mappa da visualizzare nel campo Map Type (scegli Map per la mappa semplice, Satellite per la visione dal satellite senza indicazioni, Hybrid per la visualizzazione satellitare con indicazioni o Terrain per una mappa semplice più dettagliata) e poi fai clic sul pulsante GO! per visualizzare la mappa.

IMMAGINE QUI 2

Attendi quindi qualche istante affinché il programma scarichi la mappa di Google da te richiesta dopodiché se lo ritieni opportuno naviga in un punto specifico della stesa che è tua intenzione salvare e, quando disponibile, clicca sul pulsante Save Capture as per dare il via alla procedura vera e propria mediante ci scaricare mappe Google. Nella finestra che a questo punto andrà ad aprirsi seleziona la cartella in cui salvare la mappa dopodiché fai clic su Salva.

IMMAGINE QUI 3

Per impostazione predefinita, Google Map Saver salva le mappe in formato JPG ma eventualmente puoi scegliere anche altri formati di immagine scorrendo l’apposito menu a tendina collocato accanto al pulsante Save Capture as.

Una volta portata a termine la procedura mediante cui scaricare mappe Google con Google Map Saver potrai visualizzare l’immagine ottenuta semplicemente recandoti nella posizione in cui hai scelto di effettuare il salvataggio della stessa e facendo poi doppio clic sul file.
A seconda delle tue esigenze puoi poi scegliere di consultare la mappa direttamente da computer, di stamparla oppure di trasferirla su un altro dispositivo che consenta di visualizzare correttamente il file nel formato precedentemente selezionato.

Google Earth (Windows/OS X/Linux)

Se il funzionamento di Google Map Saver non ti ha convinto in maniera particolare e se sei alla ricerca di un sistema per scaricare mappe Google più sofisticato puoi fare affidamento su Google Earth.
Qualora non ne avessi mai sentito parlare sappi che si tratta di un famosissimo software gratuito distribuito direttamente da Google che consente di viaggiare virtualmente in tutto il mondo grazie alle immagini satellitari e alle fotografie aeree.
Include anche il sistema Street View di Google Maps, che permette di visualizzare le strade delle città grazie a delle foto navigabili a 360 gradi, e le ricostruzioni 3D di varie località di tutto il mondo. Il programma è perfettamente compatibile con Windows, Mac OS X e Linux.
Eventualmente è anche disponibile per device mobile ma in tal caso non è possibile scaricare mappe Google.

Per poter scaricare mappe Google con Google Earth le prime operazioni che devi effettuare sono il download e l’installazione del programma sul tuo computer.
Per fare ciò puoi attenerti alle dettagliate indicazioni presenti nella mia guida Google Earth – Download.

A download completato e ad installazione del programma effettuato avvia quest’ultimo cliccando sulla sua icona, attendi qualche istante affinché il software venga caricato completamente dopodiché clicca sul campo di ricerca collocato in alto a sinistra, digita il nome della località relativamente alle quale intendi effettuare il download della mappa (ad esempio Napoli, Italia) e poi fai clic sul pulsante Cerca.
Eventualmente puoi anche cliccare su uno dei risultati corrispondenti alla keyword da te digitata e forniti in automatico dal programma.

IMMAGINE QUI 4

Adesso che visualizzi l’area geografica relativamente alla quale intendi agire aumenta o diminuisci lo zoom della stessa in base al risultato finale che desideri ottenere utilizzando la rotella del mouse o il touchpad del tuo computer portatile dopodiché pigia sul pulsante Salva immagine collocata in alto, indica la posizione sul tuo computer in cui intendi salvare il file, assegna un nome alla mappa e poi fai clic sul pulsante Save per confermare il tutto.
Per impostazione predefinita la mappa viene salvata in formato JPG.

IMMAGINE QUI 5

Una volta portata a termine la procedura mediante cui scaricare mappe Google con GoogleEarth potrai visualizzare l’immagine ottenuta semplicemente recandoti nella posizione in cui hai scelto di effettuare il salvataggio della stessa e facendo poi doppio clic sul file.
A seconda delle tue esigenze puoi poi scegliere di consultare la mappa direttamente da computer, di stamparla oppure di trasferirla su un altro dispositivo che consenta di visualizzare correttamente il file nel formato precedentemente selezionato.

Se lo desideri prima di effettuare il salvataggio della mappa puoi arricchire quest’ultima con segnaposto, livelli ed altri elementi utilizzando gli appositi comandi disponibili nella parte alta della finestra del programma e nella barra laterale collocata sulla sinistra.

App Google Maps (Android/iOS)

Se desideri scaricare mappe Google sul tuo smartphone o tablet puoi affidarti direttamente all’app ufficiale Google Maps.
Se hai già provveduto ad installare l’applicazione sul tuo dispositivo puoi passare direttamente alla lettura del paragrafo successivo altrimenti attieniti alle seguenti indicazioni.
Se hai hai uno smartphone o un tablet Android pigia qui direttamente dal tuo dispositivo per collegarti alla sezione di Play Store dedicata all’applicazione dopodiché pigia sul pulsante Installa per avviare il download della risorsa, se invece possiedi un iPhone, un iPad oppure un iPod Touch pigia qui direttamente dal tuo dispositivo per collegarti alla sezione di App Store dedicata all’applicazione dopodiché pigia sul pulsante Ottieni per avviare il download della risorsa

Avvia quindi l’app Google Maps presente sul tuo dispositivo, pigia sul campo di ricerca collocato in alto e digita il nome del luogo di cui intendi scaricare la mappa (ad esempio Napoli, Italia).
Attendi qualche istante affinché la mappa del luogo cercato risulti visibile dopodiché pigia sull’icona con le tre linee orizzontali che trovi collocata in alto a sinistra dello schermo del tuo dispositivo e poi fai tap su Aree offline.

IMMAGINE QUI 6

Ora fai tap sul pulsante + collocato in basso a destra dopodiché dopodiché pigia sul pulsante Scarica, digita il nome che intendi assegnare al file immettendolo nel campo Nome, pigia su Salva ed attendi che la procedura vera e propria mediante cui scaricare mappe Google utilizzando l’app ufficiale del colosso delle ricerche in rete venga prima avviata e poi portata a termine (le tempistiche variano in base all’ampiezza dell’area geografica selezionata ed alla velocità della connessione ad Internet in uso).

IMMAGINE QUI 7

A download completato pigia sul nome della mappa che hai scaricato sul tuo dispositivo selezionandolo dalla sezione Aree offline di Google Maps per potervi accedere.

Tieni presente che pur avendo provveduto a scaricare mappe Google così come ti ho appena indicato potrai accedere ai contenuti offline sul tuo dispositivo per un arco di tempo massimo pari a 30 giorni superati i quali saranno automaticamente rimossi.
Se dopo aver provveduto a scaricare mappe Google ti interessa continuare a mantenere sul tuo smartphone o sul tuo tablet il contenuto ottenuto oltre i termini massimi di scadenza accedi all’app Google Maps assicurandoti di essere connesso ad Internet, pigia sull’icona raffigurante tre linee orizzontali collocata in alto a sinistra, pigia su Aree offline, fai tap sul nome della mappa di tuo interesse e poi pigia sul pulsante Aggiorna.
Facendo in questo modo l’area scaricata sotto forma di mappa sul tuo dispositivo verrà aggiornato con tutte le più recenti informazioni e potrai accedervi nuovamente senza problemi per altri 30 giorni.
Puoi effettuare questa operazione per un numero illimitato di volte.

pagespeed.lazyLoadImages.overrideAttributeFunctions();

come scaricare mappe minecraft

come scaricare mappe minecraft

Dopo averne sentito tanto parlare da tutti i tuoi amici nel corso degli ultimi giorni finalmente ti sei deciso:
hai letto la mia guida su come giocare a Minecraft ed anche tu, così come tantissimi altri utenti nel mondo, hai cominciato a divertirti con questo famoso gioco.
Adesso, su questo c’è ormai ben poco da fare, non riesci proprio più a fare a meno di Minecraft ed il fatto che stai leggendo questo tutorial ne un’evidente prova.
Tuttavia se ora sei qui molto probabilmente è perché pur essendo diventato un vero appassionato dell’ormai celebre videogame non ti è chiaro come procedere per scaricare mappe Minecraft.
Se le cose stanno effettivamente in questo modo e se hai dunque bisogno di qualche dritta sappi che anche questa volta puoi contare su di me.

Nelle righe successive andrò infatti ad indicarti tutto quel che bisogna far per riuscire a scaricare mappe Minecraft.
Qualora ti stessi allarmando ci tengo però a precisarti sin da subito che contrariamente alle apparenze scaricare mappe Minecraft non è affatto complicato e che seguendo scrupolosamente le mie dritte riuscirai nel tuo intento in men che non si dica, davvero.

Se sei quindi effettivamente intenzionato a scoprire quali passaggi bisogna eseguire per poter scaricare mappe Minecraft ti suggerisco di prenderti qualche minuto di tempo libero, di metterti ben comodo e di concentrarti con attenzione sulla lettura delle indicazioni che sto per darti.
Sono certo che alla fine potrai ritenerti più che soddisfatto e che alla prima buona occasione sarai anche ben disponibile a spiegare ai tuoi amici bisognosi di informazioni analoghe come procedere.
Pronto?
Si?
Molto bene, allora cominciamo!

Prima di spiegarti nel dettaglio che cosa bisogna fare per poter scaricare mappe Minecraft è bene però che tu ti schiarisca le idee a riguardo.
Qualora non ne fossi già a conoscenza sappi che le mappe, altrimenti dette cutom map, altro non sono che mondi di Minecraft modificati da un utente.
Sostanzialmente si tratta di un ulteriore modo per divertisti con questo amatissimo gioco. Andando ancor più nello specifico, le custom map si differenziano in: adventure map (se si deve seguire una storia), survival map (se si deve sopravvivere nel mondo con qualche aggiunta messa dal creatore), puzzle map (se si deve usare la testa più che i pugni) e creation map (se si sta semplicemente osservando una costruzione altrui).

Fatta chiarezza a riguardo per poter scaricare mappe Minecraft puoi fare riferimento a diversi ed appositi siti Internet presenti in rete.
Di seguito andrò ad indicarti quelli che a mio avviso rappresentano le migliori risorse disponibili.

Scaricare mappe Minecraft da Minecraft Italia

Per scaricare mappe Minecraft ti suggerisco innanzitutto di  dare un’occhiata al sito Internet Minecraft Italia, uno dei principali punti di riferimento italiani per tutti i fan di Minecraft.

Per accedere al sito Internet di Minecraft Italia clicca qui.
Una volta visualizzata la pagina Web del sito premi sulla voce Risorse annessa al menu presente in alto e poi fai clic sulla voce Custom maps annessa alla sezione Mappe.
Scorri dunque la pagina contente le varie mappe disponibili ed una volta individuata quella che più preferisci fai clic sul relativo titolo.
Se lo preferisci puoi ordinare l’elenco delle mappe per Minecraft disponibili visualizzando prima le ultime inserite, quelle più votate oppure quelle più viste previo clic sull’apposita voce collocata in alto.

IMMAGINE QUI 1

Dopo aver atteso l’apertura della pagina Web relativa alla mappa dai uno sguardo alla sezione Compatibilità in modo tale da assicurarti che quanto da te scelto sia effettivamente compatibile con la versione di Minecraft che utilizzi.
Ti suggerisco inoltre di leggerne attentamente la descrizione e di dare uno sguardo agli eventuali screenshot e/o video correlati in modo tale da farti un idea ben precisa riguardo la mappa da te scelta e che andrai ad aggiungere al gioco. Successivamente pigia sul pulsante Download ed attendi che la procedura di download venga avviata e completata.

IMMAGINE QUI 2

Scaricare mappe Minecraft da altri siti

Le mappe presenti su Minecraft Italia non hanno attirato in maniera particolare la tua attenzione?
Sei ancora alla ricerca di una mappa da scaricare e da aggiungere a Minecraft?
Si?
Beh, allora prova a dare uno sguardo agli altri siti Internet indicati di seguito.
Trattasi di siti che raccolgono alcune tra le mappe più apprezzate ed utilizzare dai giocatori di Minecraft di tutto il mondo.
Collegati dunque al sito che pensi possa essere più interessante per te, cerca di individuare una o più mappe di tuo interesse e poi effettuane il download sul tuo computer premendo sul pulsante Download ed aspettando che la procedura venga avviata e portata sul computer che stai usando.

  • Minecraft Maps – Si tratta di un sito Internet che raccoglie un’enorme varietà di mappe d’ogni sorta create da altri appassionati giocatori.
    Le mappe sono organizzate per tipologia e per ciascuna di esse risulta disponibile un elenco delle caratteristiche estremamente dettagliato.
  • Minecraft World Map –  Si tratta di un sito Internet che raccoglie una gran quantità di mappe per Minecraft in grado di soddisfare le più svariate esigenze e preferenze.
    Per ciascuna mappa disponibile sul sito è inoltre possibile visualizzare un’anteprima in stile Google Maps decisamente interessante.
  • Planet Minecraft – Si tratta di un altro apprezzatissimo sito Internet mediante cui scaricare mappe Minecraft che mette a disposizione degli utenti contenuti d’ogni sorta.
    Per ogni mappa sono inoltre disponibili numerosi screenshot ed è possibile dare un’occhiata ai commenti lasciati dagli altri giocatori.
  • MinecraftDL – Si tratta di un altro sito che contiene tantissime mappe sempre aggiornate, tutte da scaricare ed utilizzare su Minecraft.
    Tutte le mappe sono organizzate per tipologia e nella maggior parte dei casi sono disponibili anche dei video dimostrativi.

IMMAGINE QUI 3

Installare le mappe

Ora che hai provveduto a scaricare mappe Minecraft per poterle utilizzare devi procedere andandole ad aggiungere al gioco. La procedura da eseguire, è bene che tu lo tenga presente, risulta leggermente differente a seconda del fatto che quello da te impiegato per divertirti con Minecraft sia un PC Windows oppure un Mac. Ad ogni modo non preoccuparti, in entrambi i casi non dovrai fare nulla di troppo complicato.

Tanto per cominciare fai doppio clic sulla cartella appena scaricata sul tuo computer e contente la mappa da installare su Minecraft.
Successivamente attendi che la finestra della cartella risulti visibile a schermo.
Se invece la mappa da te precedentemente scaricata è contenuta all’interno di un archivio compresso premendoci su per due volte consecutive dovrai attenerti alla semplice procedura guidata che ti viene mostrata a schermo per effettuare l’estrazione della cartella. A tal proposito tieni presente che sia Windows sia OS X integrano un programma per la gestione degli archivi compressi più che sufficiente per assolvere allo scopo in questione.
Qualora però l’archivio compresso scaricato sul tuo PC dovesse essere in un formato non supporto dall’utility disponibile “di serie” sul sistema operativo potrai facilmente far fronte alla cosa scaricando uno dei programmi appositi che ti ho suggerito nei miei tutorial programmi per estrarre file e programmi per zippare Mac.

IMMAGINE QUI 4

Adesso devi accedere alla cartella di installazione di Minecraft.
Se utilizzi un PC Windows puoi fare ciò premendo sul pulsante Start annesso alla barra delle applicazioni, digitando esegui nel campo di ricerca che ti viene mostrato e cliccando sul primo risultato presente in elenco.
Adesso, nel campo collocato accanto alla voce Apri: annesso alla finestra di Esegui che ti viene mostrata sul desktop immetti la stringa %appdata%\.minecraft\saves\ e poi fai clic su OK.

IMMAGINE QUI 5

Se invece utilizzi un Mac clicca con il tasto destro del mouse sull’icona di Finder presente sul Dock e scegli la voce Vai alla cartella… dal menu che ti viene mostrato.
Successivamente digita la stinga ~/Library/Application Support/minecraft/saves nel campo present sotto la voce Vai alla cartella: e clicca sul bottone Vai.

IMMAGINE QUI 6

Nella finestra relativa alla directory Saves del gioco Minecraft che a questo punto visualizzi, trascina la cartella relativa alla nuova mappa.

Successivamente avvia il gioco.
Troverai la mappa precedentemente scaricata ed installata all’interno dell’elenco dei mondi di gioco selezionabili.
Sceglila per dare inizio a una nuova partita.

come scaricare mappe tomtom

come scaricare mappe tomtom

Bisogna ammetterlo, il sempre maggior numero di app pensate per la navigazione GPS e fruibili direttamente da smartphone e tablet ha fatto cadere in disuso il TomTom.
Ciononostante sono ancora in parecchi coloro che preferisco affidarsi ad un “vero” navigatore e se ora sei qui e stai leggendo questa guida mi sembra evidente il fatto che anche tu fai parte di questa “schiera”.
Come dici?
Le cose stanno esattamente in questo modo ma possiedi soltanto da poco un TomTom e vorresti dunque ricevere qualche dritta per capire come scaricare le mappe?
No problem, conta pure su di me.

Con questo mio tutorial provvederò infatti a spiegarti passo-passo tutto ciò che risulta necessario fare per poter scaricare mappe TomTom.
Contento?
Prima che tu possa allarmarti, ci però tengo a farti presente sin da subito che la procedura che dovrai mettere in pratica è estremamente semplice, a prescindere dal fatto che tu sia più o meno esperto in nuove tecnologie.
I passaggi che trovi indicati qui sotto possono dunque essere effettuati da tutti senza alcun tipo di problema, hai la mia parola.

Premesso ciò, se sei quindi realmente intenzionato a scoprire che cosa bisogna fare per poter scaricare mappe TomTom, ti suggerisco di prenderti qualche minuto di tempo libero tutto per te, di metterti ben comodo e di concentrarti sulla lettura delle righe successive.
Sono sicuro che alla fine potrai dirti più che soddisfatto e che qualora necessario sarai anche pronto e ben disponibile a fornire tutte le spiegazioni del caso ai tuoi amici bisognosi di ricevere una dritta analoga.
Scommettiamo?

Operazioni preliminari

Download e installazione di software e driver

IMMAGINE QUI 1

Per riuscire a scaricare mappe TomTom, il primo passo che devi compiere è quello di effettuare il download sul tuo computer di TomTom Home, il programma ufficiale del navigatore mediante il quale è possibile effettuate svariate operazioni per sfruttare al meglio il dispositivo.

Per scaricare TomTom Home sul tuo computer, fai clic qui e nella pagina Web che ti viene mostrata fai clic sul bottone collocato in alto relativo al sistema operativo in uso sul tuo computer scegliendo tra Windows e macOS.
Adesso clicca sul pulsante Scarica annesso alla pagina Web aperta ed attendi che il download del software per scaricare mappe TomTom venga avviato e portato a termine dopodiché procedi come indicato qui sotto a seconda del sistema operativo che stai utilizzando.

  • Su Windows, fai doppio clic sul file in formato .exe appena scaricato e clicca su OK per dare il via alla procedura guidata di installazione di TomTom Home.
    Porta a termine l’installazione cliccando sul pulsante Avanti > , apponendo un segno di spunta accanto alla voce Accetto i termini del contratto di licenza e cliccando nuovamente su Avanti > per due volte consecutive. Per finire, premi sul bottone Installa, poi sul pulsante Si e poi su quello Fine.
  • Su macOS, clicca sul file in formato .dmg che è stato scaricato sul computer, fai doppio clic sul file MacLatest.pkg annesso alla finestra che è andata ad aprirsi a schermo dopodiché clicca su Continua per due volte consecutive, accetta i termini del contratto di licenza premendo su Accetto, clicca su Installa, inserisci la password di amministratore di sistema e poi fai clic su Installa software.
    Per finire, clicca sul bottone Chiudi.

Una volta completata la procedura di installazione, collega il TomTom al computer utilizzando l’apposito cavo annesso nella confezione di vendita del dispositivo ed attendi qualche istante affinché vengano installati i driver del navigatore.

Successivamente si avvierà il software grazie al quale scaricare mappe TomTom.
Qualora il programma non dovesse avviarsi in maniera automatica, recati nel menu Start (su Windows) o nella cartella Applicazioni (su macOS), individua l’icona del programma e cliccaci sopra per avviarlo tu “manualmente”.

Tieni presente che per alcuni modelli di TomTom non è possibile utilizzare TomTom Home.
In tal caso, il software da impiegare è MyDrive Connect.
Per verificare quali modelli di TomTom sono compatibili con l’uno o con l’altro software, clicca qui in modo tale visualizzare l’apposita pagina Web di supporto presente sul sito Internet ufficiale di TomTom.
Invece, per collegarti alla pagina di download di MyDrive Connect clicca qui.

Backup

IMMAGINE QUI 2

Un’altra cosa che ti invito a fare prima di scaricare mappe TomTom è quella di eseguire un backup dei dati presenti sul dispositivo in modo tale da garantirti la disponibilità di tutti i contenuti di tuo interesse anche nel caso in cui dovesse insorgere qualche problema.

Per effettuare il backup del tuo TomTom tutto quello che devi è cliccare prima sul pulsante Altro e poi sulla voce Backup e ripristino presente nella finestra del software per la gestione del TomTom.
In seguito, fai clic su Esegui backup del dispositivo e poi clicca sulla voce Esegui backup adesso.
A questo punto, vedrai avviarsi la procedura di backup del TomTom.
A processo completato, dovrai fare pigia sul pulsante Fatto.

Nel caso in cui non ne fossi già in possesso, ti invito inoltre a creare un account My TomTom che è praticamente indispensabile per poter scaricare mappe TomTom ed effettuare le più svariate operazioni di aggiornamento e gestione del dispositivo.
Per fare ciò, clicca qui per collegarti subito all’apposita sezione presente sul sito Web ufficiale di TomTom dopodiché fornisci tutte le informazioni richieste compilando i campi visibili a schermo e premi sul pulsante Crea account collocato in basso sulla destra.

Per concludere, accedi con il tuo account My TomTom sul software per la gestione del navigatore che hai installato sul computer facendo clic sulla voce Accedi annessa alla finestra del programma e compilando poi i campi che ti vengono mostrati a schermo con i daiti richiesti.

Scaricare mappe TomTom più aggiornate

IMMAGINE QUI 3

A questo punto, puoi passare all’azione vera e propria ed andare finalmente a scoprire come fare per scaricare mappe TomTom.
Innanzitutto voglio spiegarti come fare per poter aggiornare le mappe già installate sul tuo navigatore.

Quindi, senza chiudere la finestra del software per la gestione del TomTom, fai clic sul pulsante Aggiorna dispositivo ed attendi qualche istante affinché il software inizi a cercare gli aggiornamenti disponibili per il modello di navigatore in tuo possesso.
Aspetta dunque la visualizzazione della finestra contenente l’elenco degli aggiornamenti disponibili (mappe comprese) e clicca sul pulsante Prosegui.

Attendi ora che la procedura mediante cui scaricare mappe TomTom più aggiornate ed eventuali altri aggiornamenti disponibili venga portata a termine dopodiché clicca su Fatto. Mi raccomando, sino al termine della procedura di aggiornamento non scollegare il navigatore dal computer.
Qualora lo facessi non solo andresti ad interrompere l’aggiornamento del dispositivo ma per di più potresti comprometterne il corretto funzionamento.

A procedura ultimata, potrai finalmente scollegare il TomTom dal computer.Se stai utilizzando un PC Windows, per scollegare il tuo TomTom ti basta portare il cursore sull’area di notifica della barra delle applicazioni posta accanto all’orologio e al calendario, fare clic destro sull’icona raffigurante una presa USBcon una spunta verde, cliccare sulla voce relativa al TomTom ed attendere la visualizzazione dell’avviso che ti conferma che è possibile rimuovere il dispositivo in modo sicuro. Se questa icona non compare, fai clic sul pulsante Mostra icone nascoste per visualizzare tutte le icone nell’area di notifica.

Se invece stai usando un Mac, puoi scollegare il TomTom facendo clic destro sull’icona del navigatore presente sulla scrivania e scegliere la voce Espelli “TomTom” dal menu che viene visualizzato.
In alternativa, puoi trascinare l’icona del navigatore che vedi sulla scrivania sul cestinoannesso al dock oppure puoi premere il tasto Eject che trovi sulla tastiera.

Scaricare mappe TomTom nuove

IMMAGINE QUI 4

Se invece ti interessa capire che cosa bisogna fare per scaricare mappe TomTom nuove, le operazioni che devi compiere per riuscire nel tuo intento sono leggermente differenti da quelle viste poc’anzi ma comunque abbastanza semplici.

Tanto per cominciare devi cliccare sul pulsante Acquista le mappe presente nella finestra del software per la gestione del TomTom che ti viene mostrata in maniera automatica collegando il dispositivo al computer. Successivamente spunta la casella corrispondente alla mappa che desideri scaricare ed installare e poi fai clic sul pulsante Aggiorna e Installa per confermare l’esecuzione dell’operazione.

Tieni presente che in alcuni casi è possibile scaricare mappe TomTom gratuitamente.
In altri casi le mappe dovranno invece essere acquistate. Per scaricare mappe TomTom da acquistare devi disporre di un account My TomTom (ti ho spiegato come crearlo ad inizio guida) a cui risulta collegata una carta di credito.

Dopo aver atteso che la procedura grazie alla quale scaricare mappe TomTom nuove sia stata portata a termine e dopo aver cliccato su Fatto, potrai finalmente procedere andando a scollegare il navigatore dal computer seguendo le indicazioni di cui sopra.

come scaricare file da google drive

come scaricare file da google drive

Dopo aver letto la mia guida di approfondimento su Google Drive, hai deciso di affidarti al servizio cloud di Google per mettere al sicuro una copia di backup dei tuoi file.
Ora ti si è posta la necessità di trasferire i tuoi file anche su un altro dispositivo ma, avendo poca esperienza in merito, proprio non hai idea dei passaggi da compiere e ti trovi in leggerissima difficoltà.

Come dici?
Ho decisamente centrato il punto?
Allora sappi che capiti proprio nel posto giusto, in un momento che non poteva essere migliore! Nel corso di questa guida, infatti, ti spiegherò per filo e per segno come scaricare file da Google Drive attraverso i più noti sistemi operativi per computer, smartphone e tablet: Windows, macOS, AndroidiOS. Non preoccuparti se non sei molto ferrato con la tecnologia, non ne hai motivo:
i passaggi illustrati qui di seguito sono tutt’altro che complessi e possono essere messi in pratica proprio da tutti, anche da chi, come te, non ha molta esperienza con temi del genere.

Quindi, armato di pazienza e di qualche minuto di tempo libero, mettiti bello comodo e leggi attentamente tutto quanto ho da spiegarti sul tema:
ti garantisco che, nel giro di qualche minuto, avrai acquisito tutte le competenze necessarie per portare a termine il compito che ti sei prefissato.
Detto ciò, non mi resta altro da fare se non augurarti buona lettura e… buon download!

Indice

  • Come scaricare file da Google Drive su PC
    • Backup e Sincronizzazione di Google
    • Google Drive Web
  • Come scaricare file da Google Drive su Mac
    • Backup e Sincronizzazione di Google
    • Google Drive Web
  • Come scaricare file da Google Drive su Android
  • Come scaricare file da Google Drive su iPad e iPhone

Come scaricare file da Google Drive su PC

Per scaricare file da Google Drive su PC, puoi agire almeno in due modi diversi:
utilizzando il programma per Windows Backup e sincronizzazione di Google, oppure agendo dalla versione Web del servizio cloud.
In entrambi i casi, i passaggi da svolgere sono estremamente semplici:
di seguito ti spiego tutto nel dettaglio.

Prima di continuare, però, devo farti presente un aspetto importante di questo approccio: tutte le modifiche effettuate nella cartella di Google Drive salvata sul PC saranno automaticamente riflesse in cloud.
Ciò significa che i file eliminati dalla cartella di Google Drive sul computer, o spostati in altra directory, verranno rimossi anche dallo spazio cloud (e spostati nel cestino), i nuovi file copiati nell’apposita cartella del computer verranno automaticamente caricati in cloud, e così via.

Backup e Sincronizzazione di Google

IMMAGINE QUI 1

Backup e Sincronizzazione di Google è il programma ufficiale pubblicato da “Big G” e mirato all’integrazione dei file presenti in Google Drive direttamente nell’Esplora File di Windows.
Ottenerlo è davvero semplice:
collegati alla pagina di download del client, clicca sul pulsante Scarica situato nel riquadro Backup e sincronizzazione e premi il bottone Accetta e scarica per avviare immediatamente il download del programma.

Una volta ottenuto il file (ad es. installbackupandsync.exe), lancialo, quindi premi il pulsante  per avviare l’installazione automatica del programma e poi su Chiudi per chiudere la finestra di setup.
A questo punto, se tutto è andato per il verso giusto, dovresti veder comparire l’icona di Drive (la nuvola con la freccia verso l’alto) accanto all’orologio di Windows:
se ciò non succede, clicca sulla punta di freccia verso l’alto, per mostrare le icone “nascoste”.

Una volta individuata l’icona, cliccaci su e premi il pulsante Inizia annesso alla schermata che vedi comparire:
effettua, dunque, l’accesso all’account Google utilizzando il modulo che ti viene proposto e premi il pulsante OK, per avviare la procedura di configurazione del programma.

IMMAGINE QUI 2

Tramite la finestra successiva, puoi scegliere se eseguire il backup continuo delle cartelle del computer (apponendo il segno di spunta in corrispondenza dei loro nomi), le dimensioni di caricamento di foto e video e le opzioni di gestione di Google Foto.
Se non intendi sincronizzare le cartelle del PC sul cloud (operazione non necessaria per effettuare il download dei file), rimuovi tutti i segni di spunta, ove possibile.

Successivamente, premi i pulsanti AvantiOK, apponi il segno di spunta accanto alla voce Sincronizza il mio Drive su questo computer e indica se sincronizzare tutto e scaricare sul PC l’intero contenuto dello spazio personale di Google Drive, oppure sincronizzare soltanto alcune cartelle.
Quando hai finito, premi il pulsante Avvia per terminare la configurazione e avviare il programma:
il download dei file nel computer, a seconda delle dimensioni, potrebbe durare anche alcune ore.

IMMAGINE QUI 3

A sincronizzazione terminata, potrai accedere al tuo intero spazio Google Drive (o alle cartelle che hai scelto di sincronizzare) aprendo l’Esplora File di Windows (l’icona a forma di cartella gialla situata sulla barra di sistema) e cliccando sull’icona di Google Drive collocata nella barra di accesso rapido.

In alternativa, puoi accedere alla directory di Google Drive cliccando sull’icona della nuvola bianca posta accanto all’orologio di Windows e poi sul pulsante a forma di cartella, situato nella parte alta del pannello che ti viene proposto.
Tramite lo stesso pannello, puoi inoltre aggiungere/rimuovere le cartelle da sincronizzare o intervenire sulle opzioni generali di Backup e Sincronizzazione:
per farlo, clicca sul pulsante (⋮) situato in alto a destra e seleziona la voce Preferenze… dal menu che ti viene proposto.

Google Drive Web

IMMAGINE QUI 4

Se non intendi scaricare intere cartelle del tuo Google Drive sul PC, ma hai soltanto necessità di prelevare determinati file, puoi avvalerti dell’interfaccia Web del servizio, raggiungibile a questa pagina attraverso qualsiasi browser compatibile.

Una volta effettuato l’accesso al tuo account Google, clicca sulla sezione Il mio Drive collocata nella barra di navigazione di sinistra e individua il file o la cartella che intendi scaricare dalla lista che ti viene proposta, quindi fai clic destro sulla relativa anteprima, scegli l’opzione Scarica dal menu visualizzato e il gioco è fatto:
dopo qualche istante, il file da te scelto dovrebbe essere scaricato sul computer (se si tratta di una cartella, verrà creato un archivio .zip che contiene tutti i file).

Se lo desideri, puoi effettuare una selezione multipla, tenendo premuto il tasto Ctrl sulla tastiera, e cliccando su ciascun elemento che intendi scaricare; quando hai finito, fai clic destro su uno dei file selezionati e scegli la voce Scarica dal menu contestuale:
in questo caso, dovresti ottenere un pacchetto .zip contenente tutti i file e le cartelle da te scelti.

Come scaricare file da Google Drive su Mac

Esattamente come già visto per Windows, puoi scaricare file da Google Drive su Mac con almeno due tecniche differenti:
utilizzando il programma Backup e Sincronizzazione di Google oppure utilizzando l’interfaccia Web di Google Drive.

Backup e Sincronizzazione di Google

IMMAGINE QUI 5

Come ti ho già spiegato nella sezione relativa a Windows, Backup e sincronizzazione di Google è il client ufficiale di Google Drive, che permette il download e la sincronizzazione automatica tra le cartelle del computer e lo spazio cloud, con la possibilità di scaricare automaticamente tutto il contenuto di Google Drive (o soltanto specifiche cartelle) e visualizzarlo all’interno di una cartella del Finder.

Per servirtene, collegati alla pagina di download del programma, clicca sul pulsante Scarica backup e sincronizzazione, poi sul pulsante Accetta e scarica, quindi attendi che il pacchetto dmg venga completamente scaricato sul Mac.

A download ultimato, avvia il file in questione (ad es. InstalBackupAndSync.dmg) e, avvalendoti della schermata che ti viene proposta, trascina l’icona di Backup e sincronizzazione di Google nella cartella Applicazioni del Mac.

Fatto ciò, avvia il programma appena installato richiamandolo dal Launchpad (l’icona a forma di razzo situata nel Dock), clicca sul pulsante Apri per superare il controllo di sicurezza di macOS, quindi clicca più volte sul pulsante OK per consentire i permessi necessari al funzionamento del programma.

Se tutto è andato per il verso giusto, dovresti visualizzare la schermata di benvenuto del software:
clicca quindi sul pulsante Inizia, effettua l’accesso utilizzando il tuo account Google, premi il pulsante OK e, se intendi effettuare la sincronizzazione automatica delle cartelle del Mac in Drive, apponi il segno di spunta accanto alle cartelle di tuo interesse e clicca sul bottone Avanti.

Tieni presente che tale sincronizzazione non è necessaria ai fini di questa guida:
pertanto, se non ti interessa caricare il contenuto delle cartelle del Mac su Drive, rimuovi il segno di spunta da tutte le caselle, ove possibile.

A questo punto, clicca sul pulsante OK, apponi il segno di spunta accanto alla voce Sincronizza Il mio Drive su questo computer e indica se sincronizzare tutto, scaricando, dunque, tutto il contenuto dello spazio Drive, oppure sincronizzare solo determinate cartelle.
Quando hai finito, clicca sul pulsante Avvia per inizializzare il processo di download, che potrebbe impiegare diverso tempo (a seconda della quantità di file selezionati).

IMMAGINE QUI 6

A sincronizzazione ultimata, puoi accedere ai file di Google Drive in modo semplicissimo:
apri il Finder di Mac (l’icona del volto sorridente collocata nella barra Dock) e clicca sull’icona di Google Drive situata nella barra di sinistra, all’interno della sezione Preferiti.

In alternativa, puoi accedere alla summenzionata cartella cliccando sull’icona della nuvola posta sul pannello superiore del Mac e poi sull’icona della cartella annessa alla schermata che compare.
Tramite la medesima schermata, puoi controllare lo stato della sincronizzazione; premendo poi sul pulsante (⋮), puoi accedere al menu principale del programma per effettuare alcune operazioni avanzate, come l’interruzione del download dei file oppure l’accesso alle impostazioni iniziali del programma (voce Preferenze…).

Google Drive Web

IMMAGINE QUI 7

Se non vuoi sincronizzare il tuo intero spazio Drive in una cartella del Mac, puoi ottenere singolarmente i file di cui necessiti utilizzando l’interfaccia Web di Google Drive.

Il funzionamento di quest’ultima è assolutamente identico a quanto già visto su Windows, per cui ti rimando all’apposita sezione di questa guida per le istruzioni del caso.

Come scaricare file da Google Drive su Android

IMMAGINE QUI 8

I moderni dispositivi Android integrano “di serie” l’app Drive, che puoi avviare facendo tap sulla relativa icona situata nel drawer del sistema operativo (l’area che contiene tutte le app installate).
Qualora non fosse presente, puoi scaricare gratuitamente l’app dal Play Store.

Al primo accesso, dovrebbe esserti chiesto di effettuare una semplice procedura di configurazione iniziale, nella quale devi scegliere l’account Google da utilizzare e, in alcuni casi, le impostazioni di sincronizzazione di Android.

Terminata questa fase, dovresti essere condotto nella schermata principale dell’app:
la scheda Home (quella con l’icona della casa) contiene gli elementi a cui hai avuto accesso di recente, la scheda Speciali (quella con l’icona della stella) racchiude i file che hai contrassegnato in questo modo, la scheda Condivisi (quella con i due omini) raggruppa i file e le cartelle che hai condiviso con altri e, infine, l’icona Il mio drive (quella a forma di cartella) contiene tutti gli oggetti salvati in cloud.

Ad ogni modo, recati nella sezione più appropriata al tuo caso, individua il file che vuoi scaricare, premi il pulsante (⋮) sito in corrispondenza del suo nome, quindi tocca la voce Rendi disponibile offline dal menu che viene visualizzato, per scaricare una copia “locale” del file.

Se necessario, puoi selezionare più file contemporaneamente effettuando un tap prolungato sul primo elemento di tuo interesse e apponendo il segno di spunta su tutti gli altri:
per effettuare il download, sfiora il pulsante (⋮) collocato, questa volta, nell’angolo in alto a destra, dunque seleziona la voce Rendi disponibile offline dal menu proposto.
Nel momento in cui ti scrivo quest’articolo, non è possibile effettuare il download di intere cartelle.

Una volta effettuata quest’operazione, avrai la possibilità di accedere ai file scaricati anche in assenza di connessione a Internet, sempre tramite l’app Drive.

Se, invece, è tua intenzione scaricare un file direttamente nella memoria del dispositivo, devi installare preventivamente un gestore file “esterno” nel quale condividere il file, per esempio File Manager+.
a installazione avvenuta, avvia il gestore per concedergli i permessi d’accesso alla memoria.

Fatto ciò, torna in Drive, individua il file di tuo interesse, sfiora il pulsante (⋮) a esso corrispondente e seleziona la voce Invia copia dal menu proposto, dunque, scegli l’icona di File Manager + (o di qualsiasi altro gestore file) dal pannello visualizzato a schermo.
Per concludere, specifica la cartella in cui salvare il file, fai tap sul tasto Salva/OK del gestore e il gioco è fatto!

Nota:
la funzione Invia copia permette, inoltre, di condividere i file con i propri contatti attraverso le app di comunicazione (WhatsApp, Telegram, Gmail e così via) installate nel sistema.

Come scaricare file da Google Drive su iPad e iPhone

IMMAGINE QUI 9

Il funzionamento dell’app di Google Drive per iOS non è molto differente da quanto visto per Android.
Dopo aver scaricato e avviato l’app, effettua la breve configurazione iniziale per associare il tuo account Google (se avevi già installato e configurato altre app Google, potrai scegliere l’account in uso su queste ultime con un solo tap), dunque, seleziona la sezione che contiene gli elementi di tuo interesse: Home (l’icona della casa, che contiene i file aperti di recente), Speciali (l’icona della stella), Condivisi (l’icona dei due omini) oppure File (l’icona della cartella, che contiene tutti i file presenti su Drive).

Una volta individuato il file di tuo interesse, sfiora il pulsante (…) a esso corrispondente e, per scaricare una copia offline del file, seleziona la voce Rendi disponibile offline dal menu proposto:
a partire da questo momento, potrai accedere al summenzionato file tramite l’app Drive, anche in assenza di connessione a Internet.

Per selezionare più file insieme, effettua un tap prolungato sul primo file, dunque, fai tap su quelli successivi, sfiora il pulsante (…) posto, questa volta, nell’angolo in alto a destra della schermata e tocca sulla voce Rendi disponibile offline dal pannello che compare.

Se, invece, vuoi scaricare il file direttamente nella memoria dell’iPad/iPhone, fai tap sul pulsante (…) posto in sua corrispondenza, sfiora la voce Invia una copia e poi il pulsante Copia annesso al pannello che ti viene proposto.

Per concludere, esci da Drive, avvia l’app File di iOS, spostati nella cartella in cui intendi scaricare il file, quindi effettua un tap prolungato su un punto vuoto dello schermo e seleziona la voce Incolla dal menu che ti viene proposto.
Più semplice di così?!

Nota:
dopo aver installato e configurato l’app di Google Drive, puoi accedere ai file del cloud di Google e copiarli nella memoria del dispositivo anche tramite l’app File di iOS.
Per farlo, avvia quest’ultima, portati nella schermata Posizioni e fai tap sul pulsante Modifica situato in alto a destra, quindi sposta su ON la levetta relativa a Google Drive.
A partire da questo momento, puoi visualizzare i file di Google Drive direttamente nell’app File e copiarli nella memoria di iOS come faresti di consueto.

come scaricare google assistant

come scaricare google assistant

Negli ultimi giorni hai sentito parlare spesso di una nuova applicazione sviluppata da Google che svolge il ruolo di assistente virtuale:
Assistente Google.
Alcuni tuoi amici te ne hanno parlato in modo generico, ma tu vorresti avere maggiori dettagli al riguardo e così sei finito su questo mio tutorial.
Beh, sappi che sei finito proprio nel posto giusto al momento giusto! Con il tutorial di oggi, infatti, ti spiegherò cos’è Google Assistant (il nome “originale” di Assistente Google) e ti illustrerò tutti i passaggi per farlo funzionare sul tuo smartphone, sia esso un device Android o un iPhone.

Cominciamo subito col dire che Google Assistant è un’app che permette di effettuare ricerche vocali, ottenere indicazioni stradali, impostare promemoria e molto altro ancora usando la voce.
Si tratta, dunque, di un vero e proprio assistente.
Dà il meglio di sé su Android, dove riesce a integrarsi perfettamente con il sistema operativo, è però disponibile anche sotto forma di app per iOS, dove si pone come alternativa a Siri ma con alcune funzionalità limitate, visto che non può integrarsi al 100% con il sistema operativo “chiuso” di Apple.

Adesso che hai chiarito i tuoi dubbi sulle sue funzionalità principali, vorresti sapere come scaricare l’applicazione Google Assistant (o Assistente Google)?
Sì?
D’accordo, non c’è nessun problema, posso spiegartelo nel dettaglio con istruzioni passo dopo passo.
Tutto quello che ti serve è qualche minuto di tempo libero:
ti consiglio quindi di metterti seduto comodo, prendere in mano il device che intendi utilizzare per l’installazione dell’app in questione e seguire attentamente i passaggi che sto per indicarti.
Vedrai, sarà facilissimo!

Indice

  • Requisiti di Assistente Google
  • Come scaricare Assistente Google su Android
  • Come scaricare Assistente Google su iOS
  • Come scaricare Assistente Google su Wear OS

Requisiti di Assistente Google

IMMAGINE QUI 1

Per scaricare l’applicazione Assistente Google è necessario che il dispositivo Android in uso abbia determinate specifiche tecniche:
te le indico nel dettaglio qui di seguito.

  • Sistema operativo: è necessario che il sistema operativo del device sia Android 6.0 o successivo.
    Per verificare la versione di Android installata sul tuo dispositivo, premi sull’app Impostazioni (ha il simbolo di un ingranaggio e si trova nella schermata principale) e recati nella sezione Info sul telefono.
  • RAM:
    è necessario che il dispositivo abbia una RAM da almeno 1,5 GB.
    Per effettuare questa verifica, recati nella sezione Info sul telefono nel menu Impostazioni (app con il simbolo di un ingranaggio situata nella schermata home).
  • Display:
    è necessario che il dispositivo abbia un display con una risoluzione di almeno 720p.
    Questa verifica va effettuata leggendo le specifiche tecniche del dispositivo che si possiede.
    Ti consiglio quindi di fare una ricerca su Google, digitando il nome del tuo dispositivo associato ai termini scheda tecnica.
  • Applicazione Google:
    è necessario che sia installata l’applicazione Google e che sia aggiornata all’ultima versione.
    Per effettuare questa procedura, leggi il mio tutorial dedicato.
  • Componente Google Play Services: per funzionare, l’applicazione Assistente Google ha bisogno del pacchetto Google Play Services installato.
    Verifica la presenza dello stesso tramite il tuo device, aprendo questa pagina del Play Store:
    se vi è il pulsante Apri, significa che questo componente è presente; se invece vi è pulsante Installa, è necessario eseguire l’installazione e, in questo caso, ti consiglio di leggere la mia guida dedicata all’argomento.
  • Lingua del telefono:
    la lingua del device dev’essere impostata in una delle lingue supportate dall’Assistente Google e cioè Inglese, Francese, Tedesco, Italiano, Giapponese, Coreano, Spagnolo o Portoghese.
    Se hai bisogno di cambiare la lingua del tuo dispositivo Android, recati nella sezione Impostazioni > Sistema > Lingua e inserimento.

Come scaricare Assistente Google su Android

IMMAGINE QUI 2

Su alcuni dispositivi Android l’applicazione Assistente Google potrebbe essere già presente in maniera predefinita ma, nel caso in cui non lo fosse, è possibile scaricarla manualmente tramite il Play Store.

Per effettuare quest’operazione, fai tap sull’icona del Play Store, situata nella schermata principale del tuo dispositivo (è il simbolo del play colorato), dopodiché tramite la schermata home, fai tap sul campo di testo situato in alto e, in corrispondenza della dicitura Cerca su Google Play, digita Assistente Google, premendo poi sul tasto con il simbolo della lente di ingrandimento dalla tastiera oppure direttamente sul corrispondente risultato della ricerca.

Hai trovato l’applicazione?
Sì?
Benissimo! Fai tap sulla sua scheda, per visualizzarla, e poi premi sul pulsante Installa e infine attendi il termine del download.
Una volta installata l’app, puoi avviarla premendo sul pulsante Apri direttamente dal Play Store oppure facendo tap sulla sua icona, la quale sarà stata aggiunta alla schermata iniziale del tuo dispositivo.

Metodo alternativo

Nel caso in cui il tuo device non disponga del Play Store, puoi eseguire una procedura alternativa per il download dell’app Assistente Google.
In questo caso però, come procedura preliminare, devi eseguire l’attivazione di una speciale funzionalità di Android che permette l’installazione di app provenienti da origini sconosciute (quindi non dal Play Store).

Le istruzioni da seguire per questa procedura preliminare variano a seconda del dispositivo in uso:
se disponi di un device Android aggiornato alla versione 6.0 del sistema operativo, fai tap sull’app Impostazioni situata nella schermata principale (è quella con il simbolo dell’ingranaggio), poi premi sulla dicitura Sicurezza e sposta da OFF a ON la voce in corrispondenza di Origini sconosciute.

Se hai un device Android più recente aggiornato alle ultimissime versioni del sistema operativo del robottino verde, premi sull’app Impostazioni situata nella schermata principale (il simbolo di un ingranaggio), fai tap sulla voce Sicurezza privacy e poi vai su Altro e Installa App sconosciute.

Adesso devi acconsentire l’installazione di app sconosciute per quanto riguarda l’applicazione di gestore file da te utilizzata.
Se, per esempio, utilizzi l’applicazione Files Go by Google, fai tap su di essa e poi sposta la levetta da OFF a ON, in corrispondenza della dicitura Consenti l’installazione di app.

IMMAGINE QUI 3

Superato anche questo step, apri il browser che solitamente utilizzi per navigare su Internet e recati sul sito apkmirror.com.
Tramite il motore di ricerca interno, situato in alto, in corrispondenza del simbolo di una lente di ingrandimento, digita Google Assistant e premi poi sul tasto con il simbolo della lente di ingrandimento dalla tastiera del tuo dispositivo, per confermare la ricerca effettuata.

Individua quindi l’ultima versione aggiornata dell’Assistente Google, premi sulla sua scheda, per visualizzarla, e poi sul collegamento che trovi in corrispondenza della dicitura Variant.
Dalla schermata successiva, effettua il download dell’APK premendo prima sul pulsante Download Apk e poi su OK. A download completato, avvia l’app che usi come file manager (es. Files Go by Google),  apri la cartella dei download e pigia sull’APK appena scaricato.

IMMAGINE QUI 4

Conferma poi l’installazione dell’app, premendo sul pulsante Installa e infine premi su Apri.
In questo caso, tieni presente che scaricherai l’app Assistente Google in lingua inglese e ti verrà quindi richiesto di cambiare la lingua del tuo dispositivo.

Per eseguire quest’operazione, premi sul pulsante Cambia lingua che vedi a schermo, sulla voce Aggiungi una lingua e poi seleziona una lingua diversa da Italiano (Italia), come per esempio English > United Kingdom.
Al termine di quest’operazione, avvia l’applicazione Assistente Google, scaricata tramite APK, per utilizzarla.

Come scaricare Assistente Google su iOS

IMMAGINE QUI 5

L’app Assistente Google è disponibile al download anche sui device iOS, anche se ovviamente alcune funzionalità (come per esempio l’avvio delle app non sviluppate da Google) non sono disponibili:
iOS è un sistema “chiuso” e, a differenza di Siri, l’assistente di Google non può interfacciarsi con lo stesso.
Se nonostante ciò vuoi comunque scaricare l’Assistente Google puoi farlo tramite l’App Store di iOS.

La prima cosa che devi fare è avviare l’App Store, ovvero il negozio virtuale predefinito di iPhone e iPad.
Fai quindi tap sulla sua icona che si trova nella schermata principale del tuo dispositivo (è di colore azzurro e presenta il simbolo di una “A” stilizzata), dopodiché premi sul pulsante Cerca, situato nell’angolo in basso a destra (è il simbolo di una lente di ingrandimento).

Tramite il motore di ricerca situato in alto, in corrispondenza della dicitura App Store, digita Assistente Google dalla tastiera del tuo device e premi poi sul tasto Cerca oppure sul corrispondente risultato che vedi a schermo.
Individua quindi l’applicazione Assistente Google:
l’icona è di colore bianco e ha il simbolo di quattro pallini colorati.

L’hai trovata?
Sì?
Benissimo! Fai tap su di essa per visualizzare la scheda di anteprima e poi premi sui pulsanti Ottieni e Installa.
Nel caso in cui ti venga richiesto di compiere un’azione relativa alla verifica dell’identità, appoggia il dito sul Touch ID, conferma l’installazione dell’app tramite il Face ID oppure digita la password del tuo account iCloud.

Al termine dell’installazione e del download automatico, avvia l’app premendo su Apri tramite l’App Store oppure fai tap sull’icona dell’app che sarà stata aggiunta nella schermata principale del tuo device.

Come scaricare Assistente Google su Wear OS

IMMAGINE QUI 6

Se disponi di uno smartwatch aggiornato alla versione Android Wear 2.0, o una versione successiva, dovresti disporre dell’Assistente Google nella sua versione wearable, integrato nell’app Wear OS by Google (è un’app per Android Wear che serve per sincronizzare lo smartwatch con un device Android).

Nel caso in cui quest’app non sia presente o non sia aggiornata, puoi scaricarla tramite il Play Store, in modo da usufruire anche dell’Assistente Google. Ti indico qui seguito la procedura da eseguire la quale fa riferimento a uno smartwatch Huawei Watch 2.

Dalla schermata principale, premi sul pulsante in alto per attivare la visualizzazione del menu, dopodiché individua e fai tap sull’applicazione Play Store e premi sul pulsante con il simbolo della lente di ingrandimento, in modo da digitare, nel motore di ricerca interno, Wear OS by Google.

Nel mio caso l’applicazione era già presente e aveva soltanto bisogno di essere aggiornata (pulsante Aggiorna) ma, in caso contrario, premi sul pulsante Installa che vedi a schermo e attendi il download automatico per la stessa.

Una volta effettuato il download, l’Assistente Google integrato dovrebbe essere già attivo in automatico:
tenendo premuto sul pulsante in alto dello smartwatch, questo verrà attivato e potrai utilizzarlo per effettuare ricerche vocali.
Nel caso in cui i comandi vocali non venissero riconosciuti, fai uno swipe dall’alto verso il basso dal quadrante principale, premi sull’icona con il simbolo di un ingranaggio per accedere al menu Impostazioni, fai tap sulla voce Personalizzazione e infine assicurati che la dicitura Rilevamento Ok Google sia attiva (altrimenti fai un tap su di essa per attivarla).
In caso di problemi, leggi l’articolo pubblicato sul sito ufficiale del supporto tecnico Google.

come scaricare google chrome

come scaricare google chrome

Non ci sono dubbi, Google Chrome è il browser Web più diffuso ed apprezzato dagli utenti di tutto il mondo.
Ad aver contribuito alla fama ed alla diffusione pressoché capillare del programma per navigare in rete di casa Google è stata senz’altro l’elevata velocità dello stesso nel riuscire a caricare le pagine Web (connessione ad Internet permettendo, chiaramente) oltre che la sua gradevole interfaccia utente e la possibilità di apportarvi infinite personalizzazioni grazie alle numerose estensioni disponibili sull’apposito store.

Come dici?
Eri già a conoscenza di tutto ciò e proprio per questo ti piacerebbe capire come scaricare Google Chrome sul tuo computer e/o sul tuo smartphone o tablet?
Beh, allora sei proprio capito nel posto giusto (anzi, sulla guida giusta!), al momento giusto.
Con il tutorial di quest’oggi provvederò infatti ad indicarti, per filo e per segno, che cosa bisogna fare, step by step, per riuscire a scaricare Google Chrome.

Ti suggerisco dunque di prenderti qualche minuto di tempo libero, di metterti ben comodo e di concentrati sulla lettura delle indicazioni che trovi qui sotto.
Credimi, è un vero e proprio gioco da ragazzi, anche per chi – un po’ come te –  non si reputa esattamente un grande esperto in fatto di Internet e nuove tecnologie.
Allora, sei pronto?
Si?
Fantastico! Mettiamo subito al bando le ciance e procediamo.

Nota: Per poter usufruire a pieno delle funzionalità offerte da big G su Chrome (sincronizzazione dei preferiti, personalizzazione dei servizi ecc.) è consigliabile disporre di un account Google ed effettuare l’accesso a quest’ultimo dal browser.
Se non possiedi già un account Google, puoi seguire la mia guida su come creare account Google per ottenerne subito uno.

Scaricare Google Chrome su computer

Allo stato attuale delle cose, Google Chrome è disponibile per i PC con su installato il sistema operativo Windows e per i Mac (oltre che per i computer basati su Linux).

La procedura da seguire per poter scaricare Google Chrome, sia in caso che nell’altro, è bene o male la stessa così come anche le funzioni e l’interfaccia del programma.
Trovi indicato tutto nel minimo dettaglio proprio qui sotto.

Windows

IMMAGINE QUI 1

Vorresti scoprire come scaricare Google Chrome sul tuo computer Windows?
Allora il primo passo che devi compiere è quello di cliccare qui in modo tale da poterti subito collegare al sito Internet ufficiale del bowser Web.

In seguito, fai clic sul bottone Scarica Chrome presente al centro dello schermo.
Se preferisci evitare che successivamente vengano inviate statistiche sull’utilizzo e rapporti sugli arresti anomali del browser, togli il segno di spunta dalla casella facente riferimento alla relativa opzione annessa al riquadro che ti viene mostrato a schermo.
Successivamente clicca su Accetta e Installa per accettare i termini di servizio del browser e poi su Salva per dare il via alla procedura di download.

A scaricamento completato, esegui il file appena ottenuto (ChromeSetup.exe) e nella finestra che andrà ad aprirsi pigia sul pulsante Si per procedere con l’installazione di Google Chrome.

Completata anche la procedura di installazione del browser, ti verrà subito mostrata la finestra di Chrome.
Se lo desideri, puoi impostare il browser come predefinito sul tuo computer facendo clic sul bottone Imposta come predefinito che trovi in alto.

Se invece vuoi eseguire l’acceso al tuo account Google, clicca sul pulsante raffigurante un omino che trovi sempre nella parte alta della finestra di Chrome, fai clic sul bottone Accedi a Chrome e poi fornisci i dati che ti vengono richiesti.

Mac

IMMAGINE QUI 2

Se invece stai utilizzando un computer a marchio Apple e ti piacerebbe capire come fare per scaricare Google Chrome su macOS, la prima cosa che devi fare è quella di cliccare qui così da collegarti subito al sito Internet ufficiale del bowser.

Successivamente pigia sul pulsante Scarica Chrome collocato al centro dello schermo e poi fai clic su Accetta e Installa per accettare i termini di servizio del browser e per dare il via alla procedura di download.

Una volta completata la procedura di scaricamento, fai clic sul file appena ottenuto (googlechrome.dmg) e trascina l’icona del browser nella cartella Applicazioni del tuo Mac. Se non disponi di diritti di amministratore, ti verrà chiesto di autenticarti.

Successivamente avvia il browser facendo doppio clic sulla sua icona.
Una volta fatto ciò, Chrome importerà in maniera automatica le impostazioni della pagina iniziale e la cronologia del browser.
A questo punto, puoi scegliere se impostare il browser come predefinito sul tuo computer facendo clic sull’apposito pulsante che trovi in alto.

Se invece vuoi eseguire l’acceso al tuo account Google, clicca sul bottone collocato parte in alto a destra della finestra di Chrome e fornisci i dati che ti vengono richiesti.

Scaricare Google Chrome su smartphone e tablet

Per quanto riguarda invece i device mobile, è possibile scaricare Google Chrome su smartphone e tablet Android e su iPhone e iPad.

Tieni presente che nel caso specifico di Android, su molti dispositivi il browser Web di casa Google risulta già disponibile “di serie”.
Quindi, prima di cimentarti nell’esecuzione dei passaggi che trovi indicati qui sotto, ti suggerisco di controllare che nella schermata in cui sono raggruppate tutte le app presenti sul tuo dispositivo non sia già presente l’icona di Google Chrome.
Qualora così fosse, ti ritroveresti ad effettuare dei passaggi inutili.

Android

IMMAGINE QUI 3

Possiedi uno smartphone o un tablet Android e ti interessa capire come fare per poter scaricare Google Chrome?
Allora tanto per cominciare accedi alla schermata del tuo dispositivo in cui risultano raggruppate tutte le app dopodiché premi sull’icona del Play Store. Premi quindi sull’icona raffigurante una lente di ingrandimento annessa alla schermata che ti viene mostrata, digita chrome per android nell’appoisto campo di ricerca ed individua l’app Browser Chrome – Google.

Se preferisci velocizzare l’esecuzione dei passaggi di cui sopra, puoi fare clic qui direttamente dal tuo smartphone o tablet Android.

A questo punto, fai tap sul pulsante Installa e poi sulla voce Accetta e scarica in modo tale da dare il via alla procedura di download e di installazione del browser Web di Google sul tuo dispositivo Android.

Ad installazione completata, apri la pagina Home o Tutte le applicazioni e premi sull’icona di Chrome per avviare l’app e per cominciare subito a navigare in rete utilizzando il browser di Google. Qualora all’avvio dell’app ti venisse richiesto di effettuare l’accesso al tuo account Google, fornisci i tuoi dati di login.

Se invece non ti viene richiesto, puoi collegarti al tuo account dal browser facendo rap sull’icona raffigurante tre puntini collocata nella parte in alto a destra della schermata sul tuo dispositivo, premendo poi sulla voce Impostazioni, selezionando Aggiungi account e fornendo i dati del tuo account Google.

iPhone e iPad

IMMAGINE QUI 4

Se desideri scaricare Google Chrome su iPhone o su iPad, la prima cosa che devi fare è quella di accedere alla home screen del tuo dispositivo e premere sull’icona di App Store. Successivamente premi sulla voce Cerca collocata a fondo schermo e digita google chrome nel campo Cerca.
Adesso premi sul tasto Cerca apparso sulla tastiera a schermo.

Se preferisci velocizzare l’esecuzione dei passaggi di cui sopra, fai clic qui direttamene dal tuo iPhone o iPad.

Premi ora sul pulsante Ottieni/Installa collocato accanto all’app Chrome – Browser web di Google, se richiesto inserisci la password relativa al tuo account Apple o conferma la tua volta di procedere mediante Touch ID (se sul tuo dispositivo la funzione è supportata e abilitata) ed attendi che il download e l’installazione dell’applicazione vengano portati a termine.

In seguito, premi sul pulsante Apri apparso accanto alla schermata relativa su Ap Store relativa a Chrome – Browser web di Google oppure recati in home screen e premi sull’icona della nuova applicazione per cominciare subito a navigare in rete dal tuo iDevice con il browser di big G.

Una volta aperto Google Chrome sul tuo dispositivo, fai tap sul bottone Accetta e continua.
Se preferisci evitare che successivamente vengano inviate statistiche sull’utilizzo e rapporti sugli arresti anomali del browser, ricordati di togliere il segno di spunta dalla casella facente riferimento alla relativa opzione annessa al riquadro che ti viene mostrato a schermo.

Ricordati poi di fornire al browser il tuo account Google in modo tale da poterne sfruttare a pieno tutte le funzionalità come ad esempio la sincronizzazione.
Per fare ciò, porta a termine il breve tour che ti viene mostrato a schermo effettuando più volte uno swipe verso sinistra, verifica che nella schermata Accedi a Chrome sia indicato il tuo account (ed in caso contrario tappa su Aggiungi account e fornisci i dati richiesti), premi su Continua e tappa sul bottone OK.

Puoi anche effettuare l’accesso a Chrome in un secondo momento.
Per fare ciò, premi sull’icona raffigurante tre puntini collocata nella parte in alto a destra della finestra del browser sul tuo dispositivo, premi poi sulla voce Impostazioni, premi su Aggiungi account e fornisci tutti i dati richiesti.

Scaricare altre versioni di Google Chrome

IMMAGINE QUI 5

Oltre alla versione, per così dire, classica di Chrome ne sono disponibili anche altre due:
la versione beta e quella che potremmo definire come la versione alpha. Qui di seguito trovi maggiori dettagli ed il link per effettuarne il download sul tuo dispositivo.

  • Chrome Beta – Si tratta di una versione di Chrome che si trova un passo avanti a quella stabile.
    Include alcune nuove funzioni che hanno ancora bisogno di qualche limatura e quindi possono potenzialmente dare problemi.
    È solo per i più impazienti ed è altamente sconsigliata in ambito lavorativo.
    È possibile installarla solo al posto di quella stabile.
  • Chrome Canary – Si tratta di una speciale versione di Chrome che risulta essere molto più avanti, in termini di sviluppo, rispetto alla versione stabile del browser e che include numerose funzioni sperimentali (non necessariamente introdotte nella release stabile) che rendono il programma potenzialmente instabile.
    Solo per gli sviluppatori e gli utenti più audaci, assolutamente sconsigliata in ambito lavorativo.
    Può essere installata insieme alla versione stabile di Chrome o alla Beta.

come scaricare google chrome gratis italiano

come scaricare google chrome gratis italiano

Google Chrome è senza ombra di dubbio il browser Web più diffuso tra gli utenti nel mondo.
Ad incidere in maniera particolare sull’elevato grado di popolarità del programma per navigare in rete di casa Google è sicuramente l’elevata velocità dello stesso nel caricare le pagine Web, la sua interfaccia decisamente gradevole ed intuitiva e la possibilità di personalizzarne il funzionamento in base alle singole esigenze installando le più disparate estensioni.
Come dici?
Tutto ciò ti sembra molto interessante ma adesso vorresti capire come scaricare Google Chrome gratis italiano?
Beh, in tal caso non preoccuparti, conta pure su di me!

Prima di fornirti tutte le delucidazioni del caso è bene però chiarirsi immediatamente su un punto.
Anche se in rete si legge di tutto e anche se forse qualche amico un po’ burlone o poco informato ti ha riferito che il browser Web di big G è utilizzabile solo a pagamento sappi che scaricare Google Chrome gratis italiano non solo è possibile ma è anche la prassi.
Google, infatti, permette a tutti di scaricare il suo browser Web senza chiedere in cambio neppure un centesimo ed inoltre si tratta di un programma completamente localizzato in lingua italiana.

Chiarito ciò se ti interessa quindi scoprire che cosa risulta necessario fare per poter scaricare Google Chrome gratis italiano ti invito a prenderti qualche minuto di tempo libero ed a concentrarti attentamente sulla lettura delle indicazioni che sto per darti.

Prima di spiegarti come fare per scaricare Google Chrome gratis italiano c’è però un’altra cosa che devi sapere.
Attualmente il famoso browser Web risulta disponibile per computer, sia Windows sia OS X, e per device mobile, sia iPhone e iPad sia smartphone e tablet Android.
Individua dunque, di seguito, il dispositivo in tuo possesso ed attieniti alle relative indicazioni per scoprire come procedere per scaricare il browser.

Scaricare Google Chrome gratis italiano per computer

PC Windows

Se ti interessa capire come fare per poter scaricare Google Chrome gratis italiano sul computer Windows tanto per cominciare clicca qui per collegarti al sito Internet ufficiale del bowser Web.
Successivamente fai clic sul pulsante Scarica Chrome e poi premi su Accetta e Installa.

IMMAGINE QUI 1

Una volta completato il download fai doppio clic sul file appena scaricato (ChromeSetup.exe) e nella finestra che andrà ad aprirsi pigia sul pulsante Si per procedere con l’installazione di Google Chrome.

Completata la procedura di installazione del browser verrà avviata quella per la configurazione iniziale dello stesso.
Per portarla a termine clicca sul pulsante Avanti, indica quale browser Web tra quelli installati preferisci utilizare come predefinito, digita i dati di accesso al tuo account Google nel modulo visualizzato e poi fai clic sul pulsante Accedi.
Se non possiedi un account Google puoi seguire la mia guida su come creare account Google per ottenerne subito uno.

Mac OS X

Se possiedi un Mac e ti piacerebbe capire come fare per scaricare Google Chrome gratis italiano su OS X tanto per cominciare clicca qui per collegarti al sito Internet ufficiale del bowser dopodiché pigia sul pulsante Scarica Chrome.
Successivamente clicca su Accetta e Installa.

IMMAGINE QUI 2

Una volta completata la procedura di download fai clic sul file appena scaricato (googlechrome.dmg) e poi trascina l’icona del browser nella cartella Applicazioni del tuo Mac.

A questo punto verrà avviata la procedura per la configurazione iniziale del browser.
Per portarla a termine clicca sul pulsante Avanti, indica quale browser Web tra quelli installati preferisci utilizare come predefinito, digita i dati di accesso al tuo account Google nel modulo visualizzato e poi fai clic sul pulsante Accedi.

Scaricare Google Chrome gratis italiano per device mobile

iPhone e iPad

Se vuoi scaricare Google Chrome gratis italiano su iPhone o su iPad la prima cosa che devi fare è quella di accedere alla home screen del tuo dispositivo e di premere sull’icona di App Store.
Successivamente premi sulla voce Cerca collocata a fondo schermo e digita google chrome nel campo Cerca.
Adesso premi sul tasto Cerca apparso sulla tastiera a schermo. Se preferisci velocizzare questo passaggio fai clic qui direttamene dal tuo iPhone o iPad.

IMMAGINE QUI 3

Premi ora sul pulsante Ottieni collocato accanto all’app Chrome – Browser web di Google, se richiesto inserisci la password relativa al tuo account Apple ed attendi che il download e l’installazione dell’applicazione vengano portati a termine.

Successivamente premi sul pulsante Apri apparso accanto all’app Chrome – Browser web di Google.

Una volta aperto Google Chrome sul tuo dispositivo ricordati di fornire al browser il tuo account Google in modo tale da poterne sfruttare a pieno tutte le funzionalità come ad esempio la sincronizzazione.
Per fare ciò premi sull’icona raffigurante tre punti verticali collocata nella parte in alto a destra della finestra del browser sul tuo dispositivo, premi poi sulla voce Impostazioni, premi su Aggiungi account e fornisci tutti i dati richiesti.

Smartphone e tablet Android

Nota: Su numerosi dispositivi Android non è necessario effettuare la procedura per poter scaricare Google Chrome gratis italiano poiché il browser Web risulta già disponibile “di serie”.
Prima di effettuare la procedura per eseguire il download del browser di Google ti suggerisco quindi di controllare che nella schermata in cui sono raggruppate tutte le app installate sul tuo dispositivo non sia già presente l’icona di Google Chrome. 

Possiedi uno smartphone o un tablet Android e ti interessa scoprire come fare per poter scaricare Google Chrome gratis italiano?
Se la risposta è “si” allora tanto per cominciare accedi alla home screen del tuo dispositivo dopodiché premi sull’icona di Play Store. Adesso premi sull’icona raffigurante una lente di ingrandimento, digita chrome per android nell’appoisto campo di ricerca ed individua l’app Browser Chrome – Google. Se preferisci velocizzare questo passaggio fai clic qui direttamente dal tuo smartphone o tablet Android.

IMMAGINE QUI 4

Successivamente fai tap sul pulsante Installa e poi sulla voce Accetta e scarica in modo tale da dare il via alla procedura di download e di installazione del browser Web di Google sul tuo dispositivo Android.

Ad installazione completata apri la pagina Home o Tutte le applicazioni e premi sull’icona di Chrome per avviare l’app e per cominciare subito a navigare in rete utilizzando il browser di Google.

 

come scaricare google drive

come scaricare google drive

Alcuni tuoi amici ti hanno parlato dell’applicazione Google Drive, servizio di cloud storage per immagini e file sviluppata da Google che è disponibile per smartphone Android e iOS.
Tu non l’hai mai utilizzata ma facendo alcune ricerche su Internet hai scoperto alcune delle sue molteplici funzionalità:
possibilità di archiviare online tutti i tuoi file e le tue immagini per effettuarne un backup, visualizzare tutte le tue immagini di Google Foto; il tutto per uno strumento che è strettamente collegato agli altri servizi Google.

Sì, hai capito bene:
Google Drive è un ottimo strumento per l’archiviazione dei documenti in cloud ed è pure gratuito.
Ora che sai tutte queste informazioni immagino che non starai più nella pelle e ti chiederai:
come scaricare Google Drive.
È così, vero?
Beh, se stai leggendo questa guida perché sei capitato su .it, nella speranza di trovare una guida passo passo che ti aiuti nell’installazione dell’app, sarai felice di sapere che sei nel posto giusto.

In questo tutorial ti spigherò nel dettaglio come scaricare Google Drive gratuitamente su smartphone Android o iOS.
Prenditi qualche minuto di tempo libero per concentrati sulla lettura di questa guida; ti guiderò passo per passo, spiegandoti come procedere per effettuare il download.
Affronterò l’argomento in maniera completa spiegandoti anche come scaricare Google Drive su PC:
vedrai che le mie istruzioni saranno facili da comprendere e ben dettagliate.
Vedrai anche che alla fine della lettura penserai a quanto sia stato facile scaricare Google Drive, seguendo le mie indicazioni, e sarai quindi rimasto soddisfatto del mio tutorial.
Detto questo, incominciamo subito; ti auguro una buona lettura.

Come scaricare Google Drive su Android

IMMAGINE QUI 1

Vediamo per prima cosa come scaricare Google Drive su smartphone Android; l’applicazione è gratuita ed è utilizzabile in maniera davvero semplice.
Segui le istruzioni che sto per darti nelle righe che seguono; puoi scoprire come fare per scaricare e utilizzare Google Drive su Android.

La prima cosa da fare è aprire il Google Play Store (l’icona ha la forma di un sacchetto della spesa con il simbolo ▶︎ al centro).
A questo punto, nel motore di ricerca integrato, che trovi in corrispondenza del simbolo del Menu principale, digita Google Drive.

Quando compaiono i risultati della ricerca, premi la prima icona che compare in elenco con scritto Google Drive (l’applicazione ufficiale è quella sviluppata da Google Inc.
e ha il simbolo di triangolo con i colori giallo, blu e verde).

Una volta che hai fatto clic sulla sua icona, premi il pulsante Installa che trovi all’interno del riquadro di colore verde.
Attendi ora qualche secondo, affinché l’app si scarichi e avvenga correttamente l’installazione della stessa sul tuo dispositivo Android.

Posso facilitarti ancora di più le cose, permettendoti di scaricare l’applicazione di Google Drive con un metodo che più semplice:
puoi scaricare l’app di Google semplicemente visitando il collegamento che trovi qui di seguito dal tuo smartphone e sarai rimandato al link dell’applicazione sul Play Store.

Una volta che ti sarai collegato all’apposita pagina Web, ti basterà premere il pulsante Installa/Accetto che trovi nella schermata che si apre per poter scaricare l’applicazione sul tuo dispositivo.

  • Google Drive – scarica l’app dal PlayStore per Android

Una volta che hai scaricato Google Drive, voglio spiegarti come attivare la funzionalità aggiornamento automatico che ti permetterà di scaricare in automatico gli aggiornamenti per tutte le app installate sul tuo dispositivo Android.

Come fare per attivare questa funzionalità?
È molto semplice, ti basta seguire le mie istruzioni.
La prima cosa da fare è quella di aprire il Google Play Store per poi andare a premere sul pulsante  che si trova in alto a sinistra.
Dal menu che compare di lato dovrai poi fare tap sulla voce Impostazioni.
Adesso non ti resta che fare tap sulla voce Aggiornamento automatico app:
troverai quindi la voce Aggiornamento automatico app solo tramite Wi-Fi.
A questo punto spunta tale voce per attivarla, se questa non è già attiva.

Una volta che tale voce sarà attiva, il tuo smartphone sarà in grado di aggiornare automaticamente le app, ogni qualvolta il tuo dispositivo si connetterà a una rete Wi-Fi.
Potrai così tenere l’applicazione di Google Drive sempre aggiornata e ricevere le nuove funzionalità, qualora venissero introdotte in seguito agli aggiornamenti dell’app.

Come scaricare Google Drive su iOS

IMMAGINE QUI 2

Vorresti scoprire come scaricare Google Drive su iOS ma non hai la più pallida idea di come fare?
Non preoccuparti, sono a tua disposizione e posso spiegartelo in maniera semplice.
Prendi il tuo smartphone e segui le operazioni che ti indico nelle righe che seguono.

Prima di tutto, per scaricare l’applicazione di Google Drive, devi avvalerti dell’App Store di iOS (il negozio digitale di iOS presenta l’icona azzurra con la lettera A stampata al centro).

Tramite il motore di ricerca di App Store dovrai poi digitare Google Drive per cercare l’applicazione tra la lista delle applicazioni da installare su iOS.
Per cercare Google Drive fai tap sull’icona della lente di ingrandimento che trovi collocata nel menu in basso (alla voce Cerca).
Quando apparirà il motore di ricerca in alto dovrai poi digitare Google Drive.
L’applicazione sarà sicuramente la prima in elenco.
Se hai dei dubbi, considera che l’applicazione Google Drive è sviluppata da Google Inc.
e che la sua icona ha il simbolo di un triangolo colorato.

Una volta che hai individuato l’applicazione dovrai fare tap sul pulsante Ottieni/Installa in corrispondenza del nome dell’app:
potrai così scaricare l’applicazione sul tuo dispositivo.

Adesso attendi pazientemente affinché l’app venga scaricata e installata sul tuo smartphone o tablet iOS.
Per essere sicuro che l’installazione dell’app sia stata completata, verifica che al posto del pulsante Ottieni vi sia la voce Apri.
Se così non fosse significa che dovrai aspettare ancora prima che l’app si sia installata.
Una volta terminato il download, sarà premendo sul pulsante Apri che potrai avviare l’app e incominciare a utilizzarla sul tuo dispositivo mobile.

Trovi che questa procedura sia troppo complicata?
Allora ho l’alternativa giusta per te.
Se stai leggendo questa guida direttamente dal tuo iPhone, puoi fare tap sul link che sto per condividerti e che rimanda direttamente al download dell’applicazione.
Premendo sul link sarai rimandato alla pagina di App Store di iOS e, premendo sul pulsante Ottieni/Installa, potrai scaricare Google Drive.

  • Google Drive – ottieni l’app gratuitamente su iOS da App Store.

Anche in questo caso, prima di avviare l’applicazione, accertati che abbia completato il download e che appaia quindi il pulsante Apri.

Adesso che hai scaricato correttamente Google Drive, ti consiglio di continuare a leggere per scoprire come attivare l’aggiornamento automatico dell’applicazione.
So che potrà sembrarti un’operazione superflua ma non lo è:
in questo modo le applicazioni (e anche l’app di Google Drive) si aggiorneranno automaticamente e potrai ricevere sempre le ultime funzionalità introdotte.

Per attivare l’aggiornamento automatico delle app, apri per prima cosa il menu Impostazioni del tuo iPhone (l’app ha la forma di ingranaggio) e scorri fino in fondo fino a che non trovi la voce iTunes Store e App Store:
fai quindi tap su di questa.

Nella schermata che si apre, assicurati quindi che siano attive le opzioni App e Aggiornamenti.
Assicurati però anche che l’opzione Utilizza dati cellulare (che trovi poco più sotto) sia disattivata.
In questo modo non consumerai più i dati a pacchetto per effettuare gli aggiornamenti automatici delle applicazioni.
Una volta eseguita questa procedura avrai fatto in modo che tutte le app si aggiorneranno automaticamente quando il tuo smartphone è collegato ad una rete Wi-Fi.

Come scaricare Google Drive su PC

IMMAGINE QUI 3

Google Drive è disponibile anche su PC e Mac, dal momento in cui è accessibile da qualsiasi browser Web.
Se lo desideri però, puoi collegarti alla pagina principale del servizio e scaricare il client di Google Drive su PC, chiamato Backup e Sincronizzazione, per poter lavorare con i tuoi file anche in modalità offline, usufruendo dell’estensione gratuita offerta dal browser di Google Chrome.
Tutti i documenti caricati saranno poi sincronizzati quando il tuo dispositivo sarà nuovamente connesso a Internet.

Per scaricare Backup e Sincronizzazione su PC, recati al sito ufficiale del servizio Google e premi sul pulsante Scarica in alto a destra, poi su Scarica Backup e sincronizzazione e poi premi su Accetta e Scarica. Al termine del download, esegui il file di installazione facendo clic su di esso, fai clic su quando richiesto per eseguire il software e poi attendi che la procedura di installazione venga portata a termine correttamente.
Tieni presente che potrebbe esserti richiesto di riavviare il computer.

Una volta riavviato il computer, avrai la possibilità di effettuare la sincronizzazione delle cartelle presenti sul tuo PC in cloud su Google Drive.
Per farlo, ti basta premere su Inizia.
Una volta effettuato l’accesso al servizio tramite l’account Google, dovrai premere Ok e sarai così indirizzato nella schermata Il mio Laptop, tramite la quale potrai così scegliere la cartella (o le cartelle) dalla schermata Preferenze di Backup e sincronizzazione per poi premere su OK.

Altre applicazioni di Google da scaricare gratis

IMMAGINE QUI 4

Oltre a scaricare l’applicazione di Google Drive su dispositivi mobili Android e iOS oppure su PC, posso consigliarti anche quali sono le applicazioni Google di cui potresti aver bisogno.
Ad esempio:
che browser usi per navigare tramite smartphone?
Forse non lo sapevi ma Google ha reso disponibile l’applicazione gratuita per dispositivi Android e iOS del suo browser Google Chrome.

Ecco quali sono, a mio avviso, le applicazioni di Google che ti consiglio di scaricare.

  • Google Chrome – scarica l’app su Android tramite Play Store oppure scaricala su iOS tramite App Store
  • Google Foto (Android/iOS) – Google Foto è una galleria fotografica di Google con funzionalità smart che organizza e archivia automaticamente tutte le foto che hai scattato tramite il tuo dispositivo.
    Per saperne di più, leggi la mia guida su come funziona Google Foto.
  • Avvio applicazioni Now (Android) – Disponibile soltanto per Android, Avvio Applicazioni Now è il launcher ufficiale di Google tramite il quale puoi al servizio Google Now che ti permette di effettuare ricerche vocali utilizzando il microfono integrato nel tuo dispositivo.
  • Google Traduttore (Android/iOS) – Google Traduttore è a mio avviso un’utilissima applicazione ufficiale Google che puoi utilizzare in caso di viaggi fuori dall’Italia, dal momento in cui supporta la traduzione di moltissime lingue straniere.

come scaricare google gratis

come scaricare google gratis

Un tuo amico ti ha appena parlato dell’esistenza dell’app ufficiale di Google per smartphone Android e iOS, ma tu hai sempre utilizzato il motore di ricerca integrato nel browser.
Scommetto quindi che non sai che, oltre a permetterti di effettuare ricerche su Internet, attraverso l’omonimo motore di ricerca, l’app è piena di funzionalità.
L’app di Google per dispositivi mobili ti permette infatti di avere accesso a una nuova esperienza di ricerca.
Tra le sue funzionalità principali, vi è la possibilità di ricevere notizie, aggiornamenti su meteo e sport ed eseguire ricerche, utilizzando i comandi vocali.

Ora che sei venuto a conoscenza di queste informazioni, immagino che la cosa ti alletti parecchio.
Vediamo a questo punto se indovino:
vorresti sapere come scaricare l’app di Google gratis sul tuo dispositivo.
Ci ho preso, vero?
Beh, non c’è nessun problema.
Se sei alle prime armi con il mondo della tecnologia e sei capitato su .it, nella speranza di trovare delucidazioni su come procedere per scaricare l’app, sarai felice di sapere che sei nel posto giusto.

In particolare, se vorresti sapere come scaricare Google gratis su uno smartphone, Android o iOS che sia, sarò felice di aiutarti.
Prenditi qualche minuto di tempo libero per concentrati sulla lettura di questa guida; ti guiderò passo per passo, spiegandoti come procedere per effettuare il download.
Affronterò l’argomento sia per Android che per iOS; vedrai che le mie istruzioni saranno ben dettagliate.
Alla fine della lettura penserai che scaricare Google gratis sia stato un gioco da ragazzi, ne sono sicuro.
Buona lettura e buon aggiornamento!

Come scaricare Google su Android

IMMAGINE QUI 1

Se stai utilizzando un dispositivo con sistema operativo Android e vuoi scaricare l’app Google gratis, sappi che potrai farlo in maniera estremamente facile.
Ti spiego nelle righe che seguono come fare.

Per prima cosa, apri il Google Play Store (l’icona ha la forma di un sacchetto della spesa con il simbolo ▶︎ al centro).
A questo punto, nel motore di ricerca integrato, situato vicino al simbolo del Menu principale, digita Google.

Quando compaiono i risultati della ricerca, premi la prima icona che compare in elenco con scritto Google (l’applicazione ufficiale è quella sviluppata da Google Inc.).
Una volta che hai fatto clic su di essa, premi il pulsante Installa all’interno del riquadro di colore verde.
Attendi ora qualche secondo; l’app si sta scaricando e installando correttamente sul tuo dispositivo Android.

Per facilitarti ancora di più le cose, c’è anche un metodo più semplice:
puoi scaricare l’app di Google semplicemente visitando il link qui di seguito che rimanda all’applicazione sul Play Store.
Una volta che vi hai fatto clic, ti basterà premere il pulsante Installa, presente nella schermata che si apre per scaricare l’applicazione.

  • Google– scarica l’app dal Play Store per Android

A questo punto, ti consiglio di attivare la funzionalità di aggiornamento automatico per le app del tuo dispositivo Android.
Attivando tale funzionalità, tutte le app che hai installato verranno aggiornate automaticamente alle versioni più recenti, non appena queste saranno disponibili.

Puoi attivare questa comoda funzionalità sul tuo dispositivo, in maniera del tutto semplice.
Come si fa?
Segui queste mie istruzioni.

Per prima cosa devi aprire il Google Play Store, premere sul pulsante  che si trova in alto a sinistra e selezionare la voce Impostazioni dal menu che compare di lato.
Successivamente, tocca la voce Aggiornamento automatico app.
Troverai la voce Aggiornamento automatico app solo tramite Wi-Fi.
Se non è attiva, spunta tale voce per attivarla.

Una volta attivata, il tuo smartphone potrà aggiornare automaticamente le app, non appena il tuo dispositivo si connetterà a una rete Wi-Fi.
In questo modo eviterai anche che l’aggiornamento si scarichi automaticamente quando stai utilizzando il traffico dati a pacchetto.

Come scaricare Google gratis tramite Apk

IMMAGINE QUI 2

Hai uno smartphone Android, ma non è presente il Google Play Store?
Non preoccuparti, vi è un metodo manuale e alternativo per scaricare l’app di Google.
Grazie a una procedura alternativa, che andrò a illustrarti qui di seguito, potrai scaricare manualmente il pacchetto apk della versione più recente dell’app di Google.

Per scaricare Google gratis tramite apk, dovrai collegarti a un sito Internet chiamato Apk Mirror.
Detto così può sembrare difficile, ma vedrai che se seguirai le mie istruzioni sarà più facile a farsi che a dirsi.

Per prima cosa apri il browser che utilizzi più di frequente per navigare in Internet sul tuo dispositivo (per esempio Chrome o Firefox) e fai clic su link del sito Internet che rimanda al download dell’app Google su apkmirror.com.
Fatto?
Benissimo! A questo punto, premi sull’icona della freccia in giù che si trova accanto alla versione più recente dell’app di Google.

A questo punto, scorri la pagina che si apre fino ad arrivare al riquadro dei Download, seleziona il primo collegamento che si trova sotto la voce Variant e procedi al download dell’app Google tramite il sito che ti ho consigliato.
Dovrai premere sul pulsante Download APK presente nella pagina che si è aperta.
Inoltre, se ti viene chiesto con quale app vuoi scaricare il pacchetto apk di Google, scegli il browser che stai utilizzando in questo momento (per esempio Chrome) e rispondi OK all’avviso che comparirà in basso.

Una volta che hai completato il download dell’applicazione, apri l’applicazione Download di Android (oppure utilizza un file manager come per esempio ES Gestore File per aprire la cartella Download del device), fai clic sul pacchetto apk di Google che hai appena scaricato e conferma l’installazione della versione aggiornata dell’app, premendo sul pulsante Installa, presente in basso a destra nella schermata che si apre.

È comparso un messaggio d’errore e non sai cosa fare?
Non preoccuparti, ti spiego come risolvere.
È possibile che devi eseguire ulteriori passaggi per autorizzare l’installazione di app di terze parti.
Segui quindi le seguenti istruzioni.
Recati nel menu Impostazioni > Sicurezza di Android e autorizza l’installazione di app provenienti da origini sconosciute, mettendo il segno di spunta accanto all’omonima voce.

Come scaricare Google su iOS

IMMAGINE QUI 3

Sei intenzionato a scaricare l’app di Google sul tuo iPhone e vorresti che ti spiegassi come farlo?
Certamente, sono a tua disposizione.
Ti spiego passo per passo come fare nelle righe che seguono.

Prima di tutto, per scaricare l’app Google, devi aprire l’App Store di iOS (l’icona azzurra con la lettera A stampata al centro).
A questo punto, tutto quello che dovrai fare è cercare l’app Google nella lista delle applicazioni da installare.
Puoi farlo facendo clic sull’icona della lente di ingrandimento situata nel menu in basso (alla voce Cerca).
Nel motore di ricerca in alto, digita ora Google.
Quando compariranno i risultati di ricerca, l’app di Google sarà la prima in elenco.
L’app del motore di ricerca è infatti quella sviluppata da Google Inc.

L’hai trovata?
Ottimo! Ora tocca la sua icona e fai clic sul pulsante Ottieni, collocato accanto a quest’ultima per scaricare l’applicazione.
Ora dovrai chiaramente attendere qualche secondo, affinché l’app venga scaricata e installata correttamente sul tuo smartphone.
Una volta che l’aggiornamento sarà terminato, al posto del pulsante Ottieni troverai il pulsante Apri.
A questo punto significa che l’app si sarà installata correttamente e, premendo sul pulsante Apri, potrai avviarla e utilizzarla sul tuo smartphone.

Voglio facilitarti ulteriormente le cose.
Se stai leggendo questa guida direttamente dal tuo iPhone, posso condividerti il link dell’applicazione.
Potrai scaricare l’app Google al volo, collegandoti alla pagina dell’App Store di iOS e premendo sul pulsante Ottieni.

  • Google– ottieni l’app dall’App Store di iOS

Una volta che hai scaricato l’app di Google, ti consiglio di continuare a leggere:
voglio parlarti della possibilità di attivare il sistema di aggiornamento automatico delle app.

In questo modo, ogni qualvolta che scaricherai delle applicazioni, queste si aggiorneranno automaticamente.
Per attivare questa funzionalità, apri il menu Impostazioni del tuo iPhone (l’app con l’icona a forma di ingranaggio) e vai su iTunes Store e App Store.

Nella schermata che si apre, se non sono già attive, ti consiglio di attivare le opzioni App e Aggiornamenti.
In questo modo il tuo smartphone potrà scaricare gli aggiornamenti delle app in maniera del tutto automatica.
Se però non vuoi che il tuo smartphone iOS scarichi gli aggiornamenti mentre è in uso la rete dati 3G/LTE, assicurati che l’opzione Utilizza dati cellulare (che trovi poco più sotto) sia disattivata.
In questo modo, dalla prossima volta, tutte le app si aggiorneranno automaticamente sotto rete Wi-Fi e tu non dovrai più fare alcuna procedura.

Altre applicazioni di Google da scaricare gratis

IMMAGINE QUI 4

Oltre a scaricare l’app di Google ufficiale per effettuare le ricerche, potresti eventualmente scaricare anche le altre applicazioni complementari.
Per esempio, invece dell’app Google, per fare le ricerche su Internet, potresti utilizzare il browser Google Chrome.
Google Chrome è infatti il browser ufficiale sviluppato da Google e l’app è ricca di funzionalità, su Android e iOS.

Vorresti che ti spiegassi come fare?
Certamente.
Per scaricare le altre applicazioni di Google gratuitamente, puoi seguire i link qui di seguito.

  • Google Chrome– scarica e aggiorna l’app su Android tramite Play Store
  • Google Chrome– scarica e aggiorna l’app su iOS tramite App Store

Inoltre, qui di seguito trovi un breve elenco di altre applicazioni utili e complementari all’app di Google, che puoi scaricare gratuitamente e aggiornare sul tuo smartphone Android e iOS.

  • Google Drive (Android/iOS) – Google Drive è l’applicazione ufficiale di Google per il backup di tutti i file presenti sul tuo dispositivo.
  • Google Foto (Android/iOS) – Google Foto è la nuova galleria fotografica di Google che ti permette di creare un archivio digitale delle foto scattate dal tuo dispositivo
  • Avvio applicazioni Now (Android) – Il launcher ufficiale di Google che ti permette di velocizzare l’avvio della schermata Home e accedere al servizio Google Now.
  • Google Traduttore (Android/iOS) – Utilissima applicazione ufficiale Google che supporta la traduzione di moltissime lingue straniere.

come scaricare google maps

come scaricare google maps

Google Maps è il celebre servizio di mappe online reso disponibile da big G al quale numerosi utenti sono soliti affidasi ed a cui fanno riferimento la maggior parte dei gestori di siti Internet che necessitano di mostrare mappe sui loro portali.
Il servizio è altresì disponibile sotto forma di app per device mobile (Android e iOS) che all’occorrenza può anche essere sfruttato come navigatore per auto (e non solo).

A tal proposito, se ora sei qui e stai leggendo questa guida mi pare ben evidente il fatto che non essendo molto pratico in fatto di informatica e nuove tecnologie vorresti capire, esattamente, quali passaggi compiere per poter scaricare Google Maps sul tuo telefonino (o tablet).
Partendo dal presupposto che l’operazione non è assolutamente complicata, puoi ovviamente contare sul mio aiuto per riuscirci.

Prenditi quindi qualche istate di tempo libero, afferra il tuo device mobile e contrati attentamente sulla lettura di questo articolo.
Vedrai, alla fine non solo sarai riuscito ad installare la famosa app sui tuoi dispositivi ma, per di più, sarai anche pronto e ben disponibile a fornire eventuali spiegazioni a tutti i tuoi amici bisognosi di ricevere una dritta analoga.
Scommettiamo?

Indice

  • Scaricare Google Maps su Android
  • Scaricare Google Maps su iOS
  • Altre app di Google interessanti
  • Altre app di mappe
  • Alternative per computer

Scaricare Google Maps su Android

IMMAGINE QUI 1

Se hai un telefono (o un tablet) basato sul sistema operativo Android l’applicazione di Google Maps dovrebbe essere già disponibile “di serie”.
Dovresti dunque trovare l’app nella schermata principale del dispositivo oppure in quella in cui sono raggruppate tutte le applicazioni.

Qualora così non fosse (magari perché l’hai rimossa tu erroneamente o perché il produttore del tuo smartphone o tablet ha deciso di non includerla) puoi comunque procurartela tramite il Play Store, il negozio ufficiale delle applicazioni per il sistema operativo di big G.

Come si fa?
Facilissimo! Afferra il tuo dispositivo, recati nella sua schermata principale dello stesso e cerca di individuare l’icona del Play Store (il sacchetto bianco con il simbolo “play” stampato sopra).
Se non riesci a trovare il Play Store facendo così come ti ho appena indicato, accedi al menu in cui ci sono tutte le applicazioni installate sul device e cerca li la sua icona.

Una volta effettuato l’accesso al Play Store ed una volta visualizzata la schermata ad esso relativa, fai tap sull’icona della lente d’ingrandimento che si trova in alto a destra, digita google maps, seleziona il nome dell’applicazione fra i risultati della ricerca e poi premi sui bottoni a schermo Installa e Accetto per scaricare Google Maps sul tuo smartphone o tablet.
Volendo, puoi veloce l’esecuzione di questi passaggi in questione collegandoti direttamente alla sezione del Play Store dedicata a Google Maps premendo qui dal tuo device.

Completata la procedura di download e di installazione dell’app (puoi seguire l’andamento della cosa mediante l’apposita barra d’avanzamento a schermo e successivamente vedrai comparire un’apposita icona nella parte in alto dello schermo del dispositivo), premi sul bottone Apri nella finestra del Play Store per avviare subito l’applicazione. Oltre che così come ti ho appena indicato, puoi aprire l’app di Google Maps facendo tap sulla sua icona (quella colorata con la “G” di Google in alto sulla sinistra) che trovi nella schermata principale del tuo dispositivo Android oppure nel menu in cui sono raggruppate tutte le icone delle applicazioni installate sullo stesso.

Ad applicazione avviata, segui (oppure salta) il breve tutorial introduttivo che ti viene proposto, indica quale account Google intendi utilizzare (se ti viene chiesto) ed inizia ad usare il servizio cercando il luogo di interesse o di destinazione tramite l’apposita barra posta in alto.

Non riesci ad usare il Play Store perché il tuo telefono o il tuo tablet non è ancora associato ad un indirizzo Gmail?
Allora scopri immediatamente come far fronte alla cosa seguendo la prima parte del mio tutorial su come scaricare applicazioni Android.

Se invece stai avendo dei problemi perché sul tuo device non è presente il Play Store e quindi non puoi scaricare Google Maps, consulta il mio tutorial su come scaricare Play Store per Android per rimediare subito alla cosa.

Scaricare Google Maps su iOS

IMMAGINE QUI 2

Se invece possiedi un dispositivo iOS, iPhone o iPad che sia, per poter scaricare Google Maps devi affidarti all’App Store, il negozio ufficiale delle applicazioni per i dispositivi basati sul sistema operativo mobile della “mela morsicata”.

Per poter effettuare il download dell’app Google Maps sul tuo device devi dunque afferrare l’iPhone o l’iPad, accedere alla schermata principale del dispositivo, aprire l’App Store (l’icona azzurra con la lettera “A” al centro che si trova nella home screen del dispositivo), fare tap sulla scheda Cerca che si trova in basso a destra, digitare google maps nell’apposito campo in alto e premere poi sul bottone Cerca presente sulla tastiera virtuale che ti viene mostrata a schermo.

A questo punto, seleziona l’icona dell’app dai risultati della ricerca visualizzati, premi sul pulsante Ottieni, poi tappa su Installa e digita la password del tuo ID Apple (oppure poggia il dito sul sensore Touch ID) per portare a termine tutta l’operazione.
Se hai necessità, puoi velocizzare l’esecuzione dei passaggi in questione collegandoti direttamente alla sezione di App Store dedicata all’app di casa Google facendo tap qui dal tuo iPhone o iPad.

A procedura di scaricamento ed installazione completata, tappa sul bottone Apri apparso a schermo per cominciare subito ad usare Google Maps sul tuo dispositivo Apple.
Oltre che così come ti ho appena indicato, puoi aprire l’app di Google anche premendo sua icona che trovi nella home screen del dispositivo.

Anche nel caso di iOS, una volta avviata l’applicazione, segui (o salta) il breve tutorial introduttivo che ti viene mostrato, indica quale account Google vuoi utilizzare portando su ON la relativa levetta e comincia subito a sfruttare le funzioni dell’applicazione cercando il luogo che ti interessa oppure quello di destinazione dall’apposita barra collocata in alto sulla sinistra.

Se nell’andare ad eseguire i passaggi che ti ho appena indicato riscontri delle difficoltà nell’uso dell’App Store, scopri subito come rimediare leggendo la mia guida su come creare un ID Apple.

Altre app di Google interessanti

IMMAGINE QUI 3

Oltre all’applicazione principale per la navigazione di casa Google che hai appena installato, devi sapere che esistono sono anche altre app ufficiali legate in maniera diretta (e non) a Maps e che puoi scaricare sui tuoi dispositivi.
La cosa ti interessa?
Si?
Bene, allora continua pure a leggere. Qui di seguito trovi infatti indicate quelle che a parer mio rappresentano le altre applicazioni più interessanti rilasciate da Google che possono essere utilizzate in accoppiata a Google Maps per ottenere ulteriori e/o più precise informazioni.
Sono gratis.

  • Google Street View (per Android e per iOS) – Si tratta dell’app del celebre servizio di casa Google che consente di esplorare il mondo in maniera estramemnte realistica.
    Offre una visione a 360 gradi di ogni anfratto (o quasi) del globo terrestre.
  • Google Earth (per Android e per iOS) – È la trasposizione per smartphone e tablet di uno dei più celebri software in circolazione per esplorare il globo terrestre.
    Consente di esplorare il mondo in una visuale decisamente unica e più realistica che mai direttamente dal display del cellulare o del tablet.

Altre app di mappe

IMMAGINE QUI 4

Sei riuscito a scaricare Google Maps sul tuo dispositivo ma sei rimasto insoddisfatto del servizio?
Mi spiace ma… non è il caso di disperarsi! Per fortuna esistono anche altri servizi di mappe fruibili anch’essi sotto forma di applicazioni per cellulari e tablet.
Mi chiedi quali?
Beh, da’ uno guardo all’elenco che trovi qui di seguito e lo scoprirai.
Sono tutti gratuiti!

  • Waze (per Android, per iOS e per Windows Phone) – Si tratta di una delle migliori app di mappe/navigazione disponibile gratuitamente sia per iOS che per Android oltre che per Windows Phone.
    La sua caratteristica chiave sono le segnalazioni degli utenti grazie alle quali è possibile conoscere in tempo reale numerose informazioni utili alla navigazione.
  • NavMii (per Android, per iOS e per Windows Phone) – Rappresenta uno tra i migliori navigatori per device mobile a costo zero.
    L’applicazione presenta però dei banner pubblicitari tramite cui si supporta e permette di visualizzare le mappe anche in modalità offline.
  • Mappe (preinstallato su iOS) – È il servizio di mappe di casa Apple disponibile “di serie” su tuti gli iPhone e gli iPad. Offre tutte le indicazioni stradali del caso in maniera chiara e concisa e consente di ricercare su mappa tutti i principali punti di interesse nelle vicinanze suddivisi per categorie.

Per ulteriori approfondimenti al riguardo, ti consiglio di leggere i miei articoli dedicati ai migliori navigatori per Android e ai migliori navigatori per iPhone in cui ho provveduto ad indicarti in dettaglio tutte le caratteristiche e le funzionalità di queste ed altre app.

Alternative per computer

IMMAGINE QUI 5

Come sicuramente già saprai e come avrai intuito anche leggendo la prima parte di questo articolo, non esiste un software di Google Maps per computer.
Ciononostante il servizio può essere usato senza alcun tipo di problema da browser Web (qualsiasi) visitando l’indirizzo https://www.google.it/maps.
Grafica e comandi del servizio sono praticamente gli stessi dell’applicazione per cellulari e tablet.
L’unica cosa che cambia è che Google Maps da browser non può essere sfruttato come navigatore con comandi vocali ma solo in forma scritta/visuale.

Su Windows e Mac puoi tuttavia utilizzare Google Earth, il famoso software a costo zero rilasciato sempre da Google (e disponibile anche sotto forma di applicazione, così come visto insieme nelle righe precedenti) che permette di viaggiare virtualmente in tutto il mondo grazie alle immagini satellitari e alle fotografie aeree.
Include anche il sistema Street View (anche questo servizio è fruibile come app) di Google Maps, il quale permette di visualizzare le strade delle città grazie a delle foto navigabili a 360 gradi, e le ricostruzioni 3D di varie località di tutto il mondo ed oltre (ebbene si, c’è anche lo spazio!).
Per scoprire come fare per scaricarlo ed utilizzato, ti consiglio di leggere il mio tutorial sull’argomento.

come scaricare immagini da google

come scaricare immagini da google

Stai cercando delle immagini per poter arricchire un documento che stai preparando con il tuo programma di videoscrittura preferito ma non hai la più pallida idea di dove poter reperire materiale utile?
Devi realizzare una presentazione con PowerPoint e non sai dove trovare nuove immagini da includere nel tuo elaborato?
Se la risposta a queste e ad altre domande simili è affermativa, ho una buona notizia da darti:
puoi scaricare immagini da Google.
Come dici?
Non sai come fare?
Beh, ma non hai proprio nulla di cui preoccuparti, posso spiegarti io come procedere.

Probabilmente non ci hai mai fatto caso ma big G, oltre a permettere di trovare facilmente tutte le informazioni di cui hai bisogno e i siti Internet di tuo interesse, consente anche di cercare immagini e di effettuarne il download sul computer o sul dispositivo mobile in uso mediante il servizio Google Immagini.
Utilizzando Google è quindi possibile trovare e scaricare bellissime foto distribuite sotto licenza Creative Commons o di pubblico dominio da utilizzare in progetti sia personali sia commerciali. Scaricare immagini da Google è inoltre una pratica estremamente semplice,  non bisogna dunque essere dei grandi esperto in fatto di Internet e nuove tecnologie per riuscirci.

Se la cosa ti interesse e se sei quindi effettivamente intenzionato a scoprire come fare per poter scaricare immagini da Google, ti suggerisco di non perdere ulteriore tempo prezioso, di metterti bello comodo e di iniziare immediatamente a concentrarti sulla lettura di questa guida.
Sono certo che alla fine potrai dirti più che soddisfatto e che alla prima buona occasione sarai anche pronto a spiegare a tutti i tuoi amici come fare. Scommettiamo?

Indice

  • Scaricare immagini da Google sul computer
  • Scaricare immagini da Google su smartphone e tablet
  • Alternative allo scaricare immagini da Google

Scaricare immagini da Google dal computer

Per poter scaricare immagini da Google il primo passo che devi compiere è quello di sederti dinanzi al tuo computer e fare doppio clic sull’icona del browser Web che solitamente utilizzi per navigare in rete.
Una volta fatto ciò, digita google.it nella barra degli indirizzi e poi pigia il pulsante Invio presente sulla tastiera.
Dopo aver visualizzato la home page di Google, premi sulla voce Immagini che risulta collocata in alto.
Se desideri velocizzare l’esecuzione di questa procedura puoi cliccare direttamente qui.

A questo punto, dovresti visualizzare la barra di ricerca mediante cui effettuare ricerche tramite Google Immagini.
Procedi quindi premendo su quest’ultima e digitando la keyword facente riferimento alle immagini che è tua intenzione scaricare (es. gatti o computer windows).
In seguito, fai clic sul pulsante di colore blu raffigurante una lente di ingrandimento che trovi collocato di lato.

IMMAGINE QUI 1

In alternativa al metodo che ti ho appena indicato, puoi eseguire la ricerca delle immagini su Google anche effettuando l’upload di una foto presente sul tuo computer oppure indicando l’url di una foto presente online in modo tale da poter trovare quanto di simile è disponibile in rete.
Per fare ciò, ti basta premere sull’icona raffigurante una macchina fotografica che trovi collocata accanto alla barra di ricerca, selezionare Incolla URL immagine o Carica un’immagine, incollare l’url dell’immagine di riferimento o effettuarne l’upload dal computer in base alla scelta effettua e poi avviare la ricerca.

Nella nuova pagina che ti verrà mostrata, fai clic sul pulsante Strumenti che si trova in alto a destra e seleziona il tipo di immagine che ti serve dal menu Diritti di utilizzo.
A seconda di quelle che sono le tue preferenze ed esigenze puoi scegliere tra le seguenti differenti opzioni:

  • Contrassegnate per essere riutilizzate – Per trovare immagini da utilizzare liberamente in progetti personali e commerciali.
  • Contrassegnate per essere riutilizzate con modifiche – Per trovare immagini da modificare e utilizzare liberamente in progetti personali e commerciali
  • Contrassegnate per il riutilizzo non commerciale – Per trovare foto da riutilizzare solo in progetti personali
  • Contrassegnate per il riutilizzo non commerciale con modifiche – Per trovare immagini da riutilizzare solo in progetti personali ma che prevedono la possibilità di essere modificate.
  • Non filtrate in base alla licenza – Per visualizzare tutte le immagini senza filtrare in base alla licenza (ma in tal modo potresti correre il rischio di scaricare immagini da Google protette da copyright, occhio!).

IMMAGINE QUI 2

Ti faccio poi presente che, sempre cliccando sul pulsante Strumenti hai accesso anche a varie altre opzioni per affinare la tua ricerca su Google Immagini.
Pigiando sulle varie voci disponibili puoi ad esempio individuare e scaricare immagini aventi una specifica dimensione, puoi cercare immagini in base ad un preciso colore, puoi cercare immagini per tipologia e molto altro ancora. Se necessario, puoi anche affinare la tua ricerca premendo sugli appositi suggerimenti presenti sotto la barra nella parte in alto della pagina.

Una volta trovata l’immagine che ti interessa, clicca sulla sua miniatura, dopodiché fai clic sul bottone Visita per visitare la pagina Web che ospita la foto in dimensioni intere (quella che visualizzi in Google è una versione in dimensioni ridotte).
Una volta individuata l’immagine in dimensione intera, fai clic destro su di essa e selezionare la voce Salva, Salva immagine oppure Salva immagine con nome dal menu contestuale che ti viene mostrato (le opzioni disponibili possono variare in base al browser web da te utilizzato).
Ripeti questa operazione per ogni singola immagine che intendi scaricare. Se non hai modificato le impostazioni di default del browser Web, dopo aver provveduto a scaricare immagini da Google troverai i file nella cartella Download del tuo computer.

IMMAGINE QUI 3

Oltre che così come ti ho appena indicato, ti segnalo che è possibile scaricare immagini da Google anche sfruttando un’apposita funzione che ti consente di creare un archivio online di tutte le immagini che ti interessano e che eventualmente intendi scaricare ed al quale potervi accedere da qualsiasi computer o dispositivo a patto di aver effettuato il login al tuo account Google.

Per usufruire della suddetta funzionalità, clicca sulle immagini cercate mediante Google Immagini che vuoi salvare e poi fai clic sul bottone Salva.
Clicca quindi sul pulsante Immagini salvate per poter visualizzare tutti gli elementi che hai deciso di salvare oppure digita google.it/save/ nella barra degli indirizzi del browser e poi premi il tasto Invio sulla tastiera.
Potrai poi effettuare il download di quelle di tuo interesse facendo clic destro sulla relativa anteprima e selezionando l’opzione per effettuare il salvataggio dal menu che ti viene mostrato.

IMMAGINE QUI 4

Se desideri scaricare le immagini da Google in dimensione intera senza dover visitare il loro sito d’origine, installa l’estensione Google Images Viewer/Downloader per Chrome che, come suggerisce il nome, aggiunge un link per il download diretto delle foto nelle ricerche di Google Images.

Il funzionamento dell’add-on è semplicissimo:
dopo averlo installato in Chrome (premendo sui pulsanti Aggiungi e Aggiungi estensione del Chrome Web Store), effettua una ricerca su Google Immagini, porta il cursore del mouse sulla miniatura della foto da scaricare e clicca sull’icona della freccia che compare su quest’ultima.

Scaricare immagini da Google su smartphone e tablet

Vorresti scaricare immagini da Google ma non hai un computer a portata di mano?
Beh, non vedo il problema, si tratta di un’operazione che può essere effettuata senza difficoltà anche da smartphone e da tablet.
Mi chiedi in che modo?
Te lo spiego subito.
Tutto ciò che devi fare altro non è che afferrare il tuo dispositivo, accedere alla schermata dello stesso in cui risultano raggruppate tutte le applicazioni, fare tap sull’icona del browser che generalmente utilizzi per navigare in rete da quest’ultimo e visitare la home page di Google.

Successivamente seleziona la voce Immagini collocata in alto a sinistra dopodiché procedi in maniera praticamente analoga a quanto ti ho indicato nelle righe precedenti, la procedura da mettere in pratica e le funzioni di ricerca offerte per il servizio Google Immagini sono praticamente le stesse, sia da computer che da mobile.

IMMAGINE QUI 5

L’unica differenza da smartphone e tablet sta nel fatto che, dopo aver fatto tap su un’immagine, per poterne effettuare il download dovrai pigiarci sopra sino alla comparsa del menu Salva, Salva immagine o Download (le voci possono variare in base alla piattaforma e al dispositivo in uso). A download completato, potrai visualizzare tutte le immagini scaricate da Google ed archiviate sul tuo dispositivo semplicemente accedendo al rullino foto di quest’ultimo e tappando sull’elmetto di tuo interesse.
Più semplice di così?

Alternative allo scaricare immagini da Google

Probabilmente ne eri già a conoscenza ma prima di lasciarti libero di scorrazzare su Google alla ricerca di questa o di quell’altra foto, ti segnalo che, oltre che così come ti ho indicato nelle righe precedenti, puoi reperire materiale di ottima qualità da utilizzare per i tuoi progetti anche appellandoti ad alcuni appositi siti Internet che, per l’appunto, consentono di trovare ed effettuare il download di bellissime immagini per poterle poi sfruttare senza spendere neppure un centesimo secondo i termini della licenza con cui vengono distribuite dagli autori.

Se la cosa ti interessa e se desideri dunque approfondire la questione, ti suggerisco di dare subito uno sguardo alla mia guida dedicata alle immagini da scaricare ed al mio articolo su come ricercare immagini mediante i quali ho provveduto a segnalarti quelli che a mio modesto avviso rappresentano i migliori servizi online alternativi a Google per cercare e scaricare belle foto.

IMMAGINE QUI 6

Per completezza di informazione, ti segnalo inoltre il mio tutorial su come cercare immagini simili tramite il quale ti ho indicato come fare per cercare (ed eventualmente anche scaricare) immagini simili tra loro disponibili in rete. Dagli almeno uno sguardo, magari le risorse segnalate possono tornarti utili.

come scaricare immagini da google sul cellulare

come scaricare immagini da google sul cellulare

Stai cercando qualche bella immagine da condividere su Facebook tramite il tuo smartphone per fare gli auguri di buon compleanno ad un amico?
Cerchi delle foto sul Web mediante cui rimpiazzare l’attuale sfondo del tuo telefonino?
Per queste e per altre circostanze il mio consiglio è quello di fare riferimento a Google ed al suo strumento dedicato, per l’appunto, alla ricerca ed alla visualizzazione delle immagini.
Come dici?
Ci avevi già pensato da te ma se ora sei qui e stai leggendo questa guida è perché non hai capito come fare per scaricare immagini da Google sul cellulare?
No problem, ti aiuto io.

Con questo mio articolo di oggi desidero infatti illustrarti, in maniera semplice ma al contempo dettagliata, come riuscire nell’impresa.
Ti anticipo sin da subito che, al contrario delle apparenze ed al di là di quel che tu possa pensare, scaricare le immagini d’interesse scovate attraverso Google è facilissimo.
Bastano un paio di tap ed è fatta.
Per impostazione predefinita, le immagini scaricate vengo poi salvate nel rullino fotografo del dispositivo impiegato così come se fossero delle normalissime foto.

Allora?
Si può sapere che cosa ci fai ancora li impalato?
Prenditi qualche minuto di tempo libero tutto per te, mettiti bello comodo ed inizia subito a concentrarti sulle indicazioni sul da farsi che trovi qui di seguito.
Ah, quasi dimenticavo, oltre che spigarti come salvare sul tuo dispositivo le immagini che più ti piacciono sfruttando la procedura, per così dire, classica, provvederò ad indicarti come riuscire nel tuo intento ricorrendo all’uso di alcune apposite app, compresa la famosissima applicazione Google.
Ora però basta chiacchierare e passiamo all’azione.
Buona lettura!

Nota: Puoi scaricare su tuo cellulare tutte le immagini trovate effettuando una ricerca su Google ma per quel che concerne il loro impiego per questo o quell’altro scopo è indispensabile che tu tenga conto dei diritti di utilizzo, che sono suddivisi in tre differenti tipologie:
Liberamente utilizzabili o condivisibili, Liberamente utilizzabili, condivisibili o modificabili e A scopo commerciale. Per ulteriori dettagli al riguardo, ti invito a fare riferimento alla pagina apposita annessa alla guida online di Google.

Indice

  • Procedura per scaricare immagini da Google sul cellulare
  • Soluzioni alternative per scaricare immagini da Google sul cellulare
    • Image Search (Android)
    • Scarica immagini ricerca (Android)
    • Free Downloader for Web (iOS)

Procedura per scaricare immagini da Google sul cellulare

IMMAGINE QUI 1

Innanzitutto cerchiamo di capire come fare per scaricare immagini da Google sul cellulare mettendo in pratica la procedura, diciamo, classica, quella che può essere effettuata da qualsiasi browser per device mobile collegandosi al famoso motore di ricerca.
I passaggi da effettuare sono bene o male gli stessi sia su Android che su iPhone (quindi iOS).
Vediamo dunque in dettaglio in che modo procedere.

Per cui, per riuscire nel tuo intento il primo passo che devi compiere è quello di afferrare il tuo dispositivo, sbloccarlo, accedere alla schermata dello stesso in cui sono raggruppate tutte le app e premere sull’icona del browser che di solto usi per navigare in rete da mobile (es.
Chrome su Android e Safari su iOS).

Adesso, recati sulla home di Google digitando https://www.google.it nella barra degli indirizzi e premendo poi il pulsane Vai annesso alla tastiera su schermo, fai tap sul collegamento Immagini che sta in alto e compila il campo di ricerca al centro della schermata digitando la parola chiave di riferimento per reperire immagini di tuo interesse (se vuoi, puoi aiutarti con i suggerimenti di ricerca che vedi comparire) dopodiché premi sul pulsante con la lente di ingrandimento che trovi a destra.

Nella pagina che successivamente ti verrà mostrata, da’ uno sguardo alle vare immagini disponibili.
Se vuoi, puoi affinare la ricerca servendoti degli appositi filtri in alto.
Puoi ad esempio scegliere di visualizzare solo le immagini più recenti, le GIF, le clip art, quelle in HD oppure quelle aventi la predominanza di uno specifico colore ecc.
Sempre nella parte in alto della schermata, trovi anche una serie di termini eventualmente correlati alla tua ricerca che possono esserti ulteriormente d’aiuto per visualizzare solo specifici tipi di immagini.

Quando poi troverai un’immagine che ti interessa e che vorresti dunque scaricare sul tuo dispositivo, fai tap su di essa.
Successivamente, sfiora nuovamente l’immagine con il dito e premi sul pulsante Visita per aprire la pagina Web che contiene la foto in dimensione intera (attualmente ne stai visualizzando una versione in risoluzione ridotta).

Si aprirà dunque la pagina Web che contiene l’immagine:
per scaricare la foto in dimensione intera sul tuo cellulare, pigiaci sopra e continua a tenere premuto per qualche istante, dopodiché, dal menu che vedi comparire sullo schermo, seleziona la voce Scarica immagine se stai usando Android o la voce Salva immagine se stai usando un iPhone o un iPad.

Ora non ti resta altro da fare se non ritornare in home screen e premere sull’icona dell’app Galleria su Android e di quella all’app Foto su iOS per visualizzare l’immagine appena scaricata da Google.
La troverai aprendo l’album Download su Android o quello Rullino foto su iOS.

Soluzioni alternative per scaricare immagini da Google sul cellulare

Come ti dicevo ad inizio articolo, oltre che mediante il browser Web che di solito usi per navigare in Rete dal tuo smartphone, pus caricare immagini da Google sul cellulare anche ricorrendo all’uso di altre app, come quella distribuita dallo stesso colosso di Mountain View per effettuare ricerche in rete in modo semplice e veloce oltre che quelle concepite proprio per il download delle foto dal Web.
Per saperne di già continua a leggere.

Image Search (Android)

IMMAGINE QUI 2

Utilizzi un dispositivo Android e stai cercando un sistema alternativo a quello di cui sopra ed alla procedura di base per scaricare immagini da Google sul cellulare?
Allora non posso far altro se non invitarti a provare l’app Image Search.
È gratis e, come lascia intendo iil nome stesso, consente di cercare immagini in rete (quindi anche su Google) in maniera incredibilmente semplice e di effettuare subito il download sul dispositivo usato.

Per servireste per il tuo scopo, scaricala ed avviala dopodiché digita il termine di ricerca di riferimento nel campo apposito e premi sul pulsante con la lente di ingrandimento che vedi comparire sulla tastiera (se vuoi, puoi aiutarti con i suggerimenti di ricerca che compiano in automatico).
Volendo, dopo aver eseguito la ricerca, puoi affinare la visualizzazione dei risultati premendo sull’ingranaggio che sta a destra ed indicando quali immagini desideri includere, di che colore ecc.

Nella schermata che successivamente vedrai apparire ti saranno mostrate tutte le immagini provenienti da Google rispondenti alla keyword digitata in precedenza.
Pigia sull’anteprima di quella che vuoi scaricare e, nella schermata successiva, fai tap sul pulsane con la freccia rivolta verso il basso che trovi sotto l’immagine.
Fatto! Troverai poi la foto nella galleria del dispositivo, all’album Download.

Scarica immagini ricerca (Android)

IMMAGINE QUI 3

Un’altra valida app che puoi prendere in considerazione per scaricare immagini da Google sul cellulare se utilizzi un dispositivo Android è Scarica immagini ricerca.
Si tratta di uno strumento a costo zero e di semplicissimo impiego che, similmente all’app di cui sopra, permette di creare e scaricare immagini da Google in maniera facile e veloce.

Per usarla, scarica ed avvia l’applicazione sul tuo smartphone dopodiché digita la parola chiave in base alla quale desideri cercare immagini nel campo che sta in alto (volendo, puoi  aiutarti con i suggerimenti che vedrai apparire in automatico) e fai tap sulla lente di ingrandimento posta a destra.
Se vuoi, prima di avviare la ricerca puoi anche personalizzare il funzionamento dell’app premendo sul pulsante con i tre puntini in verticale, selezionando Config dal menu che compare e scegliendo se abilitare o meno il Safe Search e quale dominio di Google usare per la ricerca.

Una volta visualizzata la schermata con tutte le immagini rispondenti alla keyword digitata in precedenza, affina ulteriormente la ricerca premendo sul pulsante con i tre puntini in verticale che sta in alto a sinistra e scegli se visualizzar solo le immagini avanti una specifica dimensione, un dato colore ecc.
dal menu che compare.

Pigia dunque sull’anteprima dell’immagine che desideri scaricare, pigiaci nuovamente sopra nella schermata che successivamente ti viene mostrata e poi premi sul pulsante con la freccia verso il basso che sta a fondo schermo.
Troverai l’immagine scaricata nella galleria di iAndroid, nell’album Download.

Free Downloader for Web (iOS)

IMMAGINE QUI 4

Se invece stai usando un iPhone e cerchi un sistema alternativo a quelli di cui sopra per scaricare immagini da Google sul cellulare, ti suggerisco di rivolgerti all’app Free Downloader for Web.
Non è concepita in maniera specifica per le immagini, è vero, ma consente comunque di scaricare qualsiasi cosa sia presente in rete in maniera incredibilmente semplice e veloce.
Inoltre è gratis.

Per usarla, scaricala ed avviala sul tuo iPhone dopodiché digita nel campo di ricerca della home page di Google (che è la home page predefinita dell’app) il termine relativo all’immagine che vuoi scaricare dopodiché premi sulla lente di ingrandimento laterale, seleziona la scheda Immagini nella nuova pagina visualizzata e fai tap sull’immagine che ti interessa.

Adesso, premi sul pulsante con i tre puntini in verticale nell’angolo infondo a destra della stessa, scegli Visualizza l’immagine originale dal menu che appare e poi fai tap sulla voce Download che vedrai apparire in automatico.

Successivamente recati nella sezione Files dell’app premendo sull’apposita voce in basso, premi sul nome dell’immagine appena scaricata e fai tap sul pulsane della condivisione (quello con il rettangolo con la freccia) per salvare o esportare in un’altra app l’immagine.
Se invece desideri pulire l’elenco dei download all’app, effettua uno swipe da destra verso sinistra sul nome del file di riferimmo e fai tap sul bottone rosso Delete che compare.

come scaricare libri da google books gratis

come scaricare libri da google books gratis

Dopo aver comperato il tuo primo lettore di eBook, un amico ti ha prontamente consigliato di cominciare ad usarlo comperando qualche libro da Google Books, meglio noto nel Bel Paese come Google Libri, lo strumento sviluppato dal colosso di Mountain View per permettere la consultazione di tutti i testi antichi ed in commercio in forma digitalizzata.
La cosa, devi ammetterlo, ti interessa parecchio ma al momento l’idea di spendere del denaro per acquistare questo o quell’altro volume digitale non ti aggrada molto.
Così vorresti capire se è possibile ed eventualmente come fare per scaricare libri da Google Books gratis.

Come dici?
Le cose stanno esattamente in questo modo e ti piacerebbe dunque sapere se posso darti una mano oppure no?
Ma certo che si, era esattamente quello che intendevo fare oggi con questo mio tutorial.
Prima però, mi sembra doveroso fare un’importante precisazione:
scaricare libri a costo zero da Google Books è si fattibile ma questo perché sul servizio sono catalogati anche volumi non più protetti da copyright e dunque liberamente accessibili a tutti.
Per quel che concerne tutti gli altri libri, quelli a pagamento, a seconda all’accordo stipulato con l’editore che ne detiene i diritti per lo sfruttamento potrebbe essere possibile scaricarne delle porzioni di testo (degli estratti) o solo i dati indicativi dello stesso, ma non il testo completo.
Per cui, ti spiegherò si come raggiungere il tuo scopo ma lungi da me parlarti di pratiche che possano in qualche modo essere accostate alla pirateria o infrangere la legge (ti ricordo che scaricare illegalmente eBook ed altri contenuti digitali protetti da copyright è un reato molto grave e perseguibile legalmente!).

Detto ciò, se sei dunque realmente interessato alla questione e desideri ricevere maggiori dettagli, ti consiglio di metterti bello comodo dinanzi il tuo fido PC (oppure di afferrare il tuo smartphone o il tuo tablet, si può fare tutto anche da li) e di passare immediatamente alla lettura delle indicazioni sul da farsi che trovi proprio qui sotto.
Sono sicuro che alla fine potrai dirti ben felice e soddisfatto di quanto appreso.
Buona lettura e… buon download!

Indice

  • Procedura “classica”
    • Da computer
    • Da smartphone e tablet
  • Altri sistemi
    • Google Books Downloader (Windows/Mac/Android)
    • EDS Google Books Downloader (Windows)
  • Soluzioni alternative a Google Books

Procedura “classica”

Tenendo conto delle precisazioni fatte ad inizio guida, vediamo subito come fare per scaricare libri da Google Books gratis.
L’operazione è fattibile sia da computer che da device mobile.
Nel primo caso si può fare tutto dal sito Internet vero e proprio di Google Libri, nel secondo caso ci si può eventualmente affidare anche a Google Play Libri.
Trovi spiegato tutto in dettaglio qui di seguito.

Da computer

IMMAGINE QUI 1

Per scaricare uno o più libri da Google Books gratis utilizzando il tuo computer, il primo passo che dvi compire è quello di collegarti alla home page del sevizio e digitare, nel campo di ricerca che trovi al centro dello schermo, il titolo o le parole chiave relativa al libro di tuo interesse.

Seleziona poi, tra i risultati di ricerca annessi alla nuova pagina visualizzata, il libro che vuoi scaricare facendo clic sul su titolo ed entro pochi istanti si aprirà l’apposito lettore online.
Porta dunque il puntatore sul bottone EBOOK – GRATIS che trovi a sinistra (se ci clicchi direttamente sopra il libro sarà consultabile online e non ti verrà proposta alcuna opzione per il download) e seleziona la voce Scarica PDF.

Se richiesto, digita i caratteri riportati su schermo nell’apposita casella e clicca su Invia.
Nella scheda del browser vedrai quindi apparire il documento PDF del libro di riferimento che potrai salvare sul tuo computer facendo clic sull’apposito pulsante con la freccia verso il basso presente nella parte in alto o in basso della schermata.

Ad inizio libro potresti altresì trovare una pagina redatta da Google con le informazioni sul volume in questione, le linee guida per il suo utilizzo ed alcune informazioni relative a Google Books ed alla sua missione.

Se poi invece del pulsante per scaricare il libro gratis ne è presente uno con su riportato il prezzo oppure la dicitura TROVA LIBRO CARTACEO, evidentemente si tratta di un testo su cui vige il copyright o comunque non disponibile in versione digitale e dunque non è possibile scaricarne una copia sul PC. Puoi comunque leggere le informazioni relative al libro scelto e/o un estratto dello stesso direttamente dal browser Web.

Qualora poi la cosa potesse tornarti utile, ti segnalo che tutti i libri che hai consultato, scaricato e/o cercato sono visibili nella tua biblioteca personale su Google Books.
Per accedervi, recati sulla home page del servizio così come visto poc’anzi e clicca sul collegamento Biblioteca personale che trovi in basso.

Da smartphone e tablet

IMMAGINE QUI 2

Se invece ti interessa capire come fare per scaricare a costo zero i libri di tuo interesse presenti su Google Books agendo dal tuo smartphone o dal tuo tablet, tutto ciò che devi fare altro non è che mettere in pratica le indicazioni viste insieme nelle precedenti righe, quando ti ho spiegato come fare su computer, utilizzando il browser Web che di solito impieghi per navigare in rete dal tuo dispositivo mobile e sostituendo ai “clic” i “tap”.

La procedura è praticamente la stessa ma, ti avviso, un tantino scomoda in quando il sito Internet di Google Libri non è propriamente ottimizzato per i dispositivi mobili.
Se vuoi, puoi però ovviare alla cosa affidandoti all’app Google Play Libri, disponibile per Android (dovrebbe essere “di serie” ma in caso contrario è possibile scaricarla dal Pay Store in via separata) e per iOS.
Trattasi essenzialmente dello store di casa Google tramite il quale è possibile reperire libri il cui database si basa proprio su quello di Google Books.

Per servirtene per il tuo scopo, afferra il tuo dispositivo, sbloccalo, accedi alla schermata in cui ci sono le icone di tutte le app e premi su Google Play libri (quella con il simbolo “play” ed il libro di cure azzurro).
Tappa dunque sulla lente di ingrandimento posta nel parte in alto a destra della schermata visualizzata, digita il titolo del libro che ti interessa ed avvia la ricerca.

Nella schermata successiva, seleziona il titolo del libro che ti interessa dopodiché se si tratta di un libro scaricabile gratuitamente troverai il bottone Libro gratis.
Pigiaci sopra e partirà subito la procedura di download.
Nel mentre, potrai iniziare a leggere il libro dal display del dispositivo che stai usando.

Tutti i libri scaricati vengono salvati sotto forma di file ePub nella libreria di Google Play Libri.
Per accedervi, torna alla schermata principale dell’applicazione, tappa sul pulsante con le tre line in alto a sinistra e seleziona la voce Biblioteca dal menu che appare dopodiché tappa sul libro di tuo interesse.

Volendo, puoi anche rimuovere i download e lasciare il solo collegamento ai libri per consultarli via Internet.
Per riuscirci, premi sul pulsante con i tre puntini che trovi sulla copertina del libro e scegli l’opzione Rimuovi download dal menu che compare.

Se invece dopo aver selezionato un dato libro non vedi comparire il pulsante per seguire il download gratuito ma capeggia invece il bottone Anteprima gratis significa che si tratta di un libro a pagamento.
Puoi comunque scaricarne un estratto a costo zero facendo clic sul pulsante in questione e leggerlo così come ti ho indicato poc’anzi senza dover necessariamente effettuare l’acquisto dell’intero libro.

Altri sistemi

Le procedure che ti ho indicato nelle righe precedenti rappresentano quelle ufficiali per scaricare libri da Google Book gratuitamente.
Se però le trovi troppo macchinose o comunque sia se non sono di tuo gradimento, puoi affidarti a soluzioni alternative, come nel caso di quelle che trovi indicate qui di seguito.

Si tratta essenzialmente di utilizzare alcuni programmini (uno dei quali fruibile anche sotto forma di app per deve mobile) che non fanno altro che automatizzare in buona parte i passaggi di cui sopra.
Spero possano farti comodo.

Google Books Downloader (Windows/Mac/Android)

IMMAGINE QUI 3

Se cerchi un sistema alternativo per scaricare libri gratuitamente da Google Libri, non posso far altro se non suggerirti di affidarti a Google Books Downloader.
Dal nome lo si intuisce subito:
è un software freeware per Windows e Mac che permette di scaricare i libri presenti su Google Books in maniera semplicissima, in formato PDF, PNG o JPG.
Libri gratuiti a parte, permette anche di fatturare il download degli estratti di quelli a pagamento.

Per servirete, collegati alla pagina di download del programma e clicca sul pulsante Download che trovi in corrispondenza del logo dl sistema operativo installato sul tuo computer.
A scaricamento ultimato, se stai usando Windows apri il file .exe ottenuto, clicca su Si/Esegui, poi sul pulsante Next per quattro volte di fila, su Install e successivamente su Finish.

Se invece stai usando un Mac, apri il file in formato .dmg appena ottenuto e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS dopodiché facci clic destro sopra, scegli Apri dal menu che compare e conferma la tua volontà di avviare l’applicazione.

Una volta visualizzata la finestra del programma sul desktop, incolla nel campo che trovi sotto la scritta Google Book URL: l’url del libro su Google Libri che vuoi scaricare , indica il formato di output che preferisci tramite il menu a tendina Output Format:, specifica la risoluzione dal menu Resolution:, indica la cartella di destinazione dalla sezione Output Folder: e poi clicca su Start.

Partirà dunque la procedura di download e potrai seguire la cosa mediante l’apposita barra d’avanzamento che vedrai apparire su schermo.
A procedura ultimata, clicc su bottone OK in risposta all’avviso che compare e troverai il tuo libro nella posizione che in precedenza avevi indicato.

Qualora la cosa ti interessasse, ti segnalo poi che Google Books Downloader è disponibile anche sotto forma di app per dispositivi Android, il funzionamento è bene o male di quello visto poc’anzi su computer.
Puoi scaricarne il file .apk direttamente dal sito Internet del programma, cliccando sul pulsante Download che trovi in corrispondenza del logo di Android.
Per quel che concerne l’installazione, se non sai com fare puoi invece affidarti alla mia guida dedicata.

EDS Google Books Downloader (Windows)

IMMAGINE QUI 4

In alternativa al programma di cui sopra e se utilizzi un PC Windows, puoi rivolgerti ia EDS Google Books Downloader. Permette di scaricare i libri di Google Books gratuiti e gli estratti ed il salvataggio può essere eseguito in formato PDF, PNG o JPG ma in tal caso si può fare tutto tramite il comodo motore di ricerca interno.
L’interfaccia è intuitiva e lo scaricamento è piuttosto voce (anche se la cosa dipende in buona parte dalla connessione ad Internet usata).

Per scaricare il programma sul tuo PC, collegati alla pagina di download dello stesso e fai clic sul pulsante Download EDS Google Books Downloader che sta in basso. A download ultimato, avvia il file eseguibile ottenuto, clicca su Si/Esegui e poi su OK. Accetta i termini di utilizzo del programma selezionando la dicitura apposita e clicca su Next per tre volte di seguito, rimuovi la spunta relativa all’installazione di eventuali programmi aggiuntive (es.
l’antivirus Avast) dopodiché premi su Finish.

Una volta visualizzata la finestra dl programma sul desktop, digita il titolo del libro che vorresti scaricare nel campo apposito che sta in alto, clicca sul simbolo della lente di ingrandimento che trovi a destra e da’ uno sguardo ai risultati della ricerca che ti vengo proposti in basso.

Quando riuscirai a trovare quello che stavi cercando, seleziona il formato in cui desideri effettuare il download e clicca sul corrispondente pulsante Download che sta a destra, indica la posizione sul tuo computer in cui vuoi effettuare il salvataggio ed attendi il completamento dell’operazione.
Se vuoi, puoi seguire l’andamento della cosa tramite la scheda Downloads annessa alla finestra del programma, nella parte in alto.

Se prima di avviare lo scaricamento vuoi sincerarti del fatto che il libro scelto sia realmente quello che ti interessa, premi sul pulsante con il foglio e la lente di ingrandimento che trovi accanto al titolo, sempre sulla destra.
Si aprirà dunque la relativa pagina Web su Google Books e potrai dare un’occhiata al libro direttamente da li.

Soluzioni alternative a Google Books

IMMAGINE QUI 5

Oltre a Google Books, ci sono anche altri portali interessanti e ben forniti che permettono il download gratuito dei libri.
Si tratta di siti Internet al 100% legali con opere di vecchio corso e grandi classici della letteratura su cui non vige più alcun copyright o, ancora, manoscritti di autori esordienti ma non per questo poco interessanti.

Se la cosa ti interessa e desideri dunque approfondire l’argomento, puoi dare un’occhiata al mio articolo dedicato ai siti per scaricare libri gratis oltre che al mio post sugli eBook in italiano gratuiti da scaricare.

come scaricare musica da google

come scaricare musica da google

Hai acquistato della musica da Google Play, vorresti scaricarla sul tuo dispositivo per ascoltarla anche offline ma non sai come procedere?
Devi creare un progetto scolastico, vorresti mettere una base musicale di sottofondo e vorresti una mano a trovare dei brani da usare a tal scopo?
Se queste sono soltanto alcune delle domande che ti stai ponendo, sarai felice di sapere che sei capitato nel posto giusto al momento giusto.

Nella guida di oggi, infatti, ti illustrerò come scaricare musica da Google utilizzando il tuo smartphone o tablet oppure il tuo computer.
Ti spiegherò, nel dettaglio come effettuare il download di un brano da Google Play Musica oppure da Google Drive, nel caso in cui avessi precedentemente effettuato l’upload della tua musica.
Inoltre, ti spiegherò anche come scaricare la musica tramite il browser Google Chrome, grazie alle tante estensioni adibite a questo scopo.
Infine, ti fornirò alcune informazioni su come ricercare dei brani musicali su Google per scaricarli e ascoltarli quando vuoi.

La mia introduzione ti ha incuriosito, vero?
Allora cosa stai aspettando?
Non perdiamo altro tempo prezioso e mettiamoci subito all’opera.
Non devi far altro che sederti comodamente e prestare la massima attenzione alle procedure che troverai in questa mia guida, così da metterle in pratica con successo.
A me non resta altro che augurarti una buona lettura e, soprattutto, un buon ascolto!

Indice

  • Come scaricare musica da Google Play
    • Smartphone e tablet
    • Computer
  • Come scaricare musica da Google Drive
    • Smartphone e tablet
    • Computer
  • Come scaricare musica da Google Chrome
  • Come scaricare musica da Google

Come scaricare musica da Google Play

Per scaricare musica da Google Play, quello che devi fare è seguire le procedure che ti indicherò nei prossimi capitoli, nei quali tratterò l’argomento parlandoti sia di smartphone e tablet che di computer.

Smartphone e tablet

IMMAGINE QUI 1

Per scaricare la musica da Google Play usando un dispositivo equipaggiato con Android o iOS, devi avvalerti dell’app relativa al servizio Google Play Musica.
Ti avviso che il servizio in questione è in abbonamento al costo di 9,99 euro/mese per un solo utente oppure 14,99 euro/mese per un massimo di sei persone, con periodi di prova gratis che possono variare a seconda delle promo in corso.

Nel caso in cui non avessi ancora scaricato l’app di Google Play Musica, puoi effettuare quest’operazione tramite il Play Store di Android o l’App Store di iOS, e seguire le indicazioni che ti ho dato in questa mia guida, nella quale ti ho fornito anche maggiori informazioni su questo servizio.

Dopo aver avviato l’app ed aver effettuato l’accesso con il tuo account Google, devi utilizzare lo strumento di ricerca collocato in alto per digitare il nome dell’artista, della canzone o dell’album musicale di tuo interesse, per poi fare tap sull’apposito risultato di ricerca.

A questo punto, non devi far altro che premere sull’icona della freccia verso il basso, per avviare il download di tutta la musica presente nella playlist:
vedrai quest’icona che inizia a colorarsi di arancione, in base al progresso del download.

Quando quest’operazione sarà completata, vedrai un segno di spunta come conferma.
Potrai, dunque, riprodurre la tua musica scaricata senza che sia necessaria una connessione a Internet attiva sul tuo dispositivo mobile.

Computer

IMMAGINE QUI 2

Se vuoi scaricare la musica di Google Play sul tuo computer Windows o sul tuo Mac, puoi agire tramite il Web player oppure utilizzando il software Music Manager.
Ti avviso, però, che puoi scaricare soltanto la musica che hai acquistato e non quella che ascolti tramite l’abbonamento.

Se non vuoi installare alcun software sul tuo PC, puoi utilizzare il Web player di Google Play Musica a questo indirizzo, accedendo con il tuo account Google.
A questo punto, seleziona l’album o la playlist contenente la musica che vuoi scaricare e ti verrà mostrato il relativo elenco dei brani.

Per scaricare la musica, fai clic sull’icona , che trovi sotto il nome dell’album, e scegli la voce Scarica album per effettuare il download di tutti i brani musicali contenuti al suo interno.
In alternativa, se vuoi scaricare un singolo brano, fai clic sull’icona , a fianco della canzone, e scegli la voce Scarica dal menu proposto.

Puoi effettuare soltanto due download per brano utilizzando il Web player ma, se utilizzi l’estensione Google Play Musica preinstallata su Google Chrome, questi sono illimitati.
Dopo aver premuto il tasto di download, seleziona la cartella sul tuo computer dove vuoi salvare il file MP3, tramite l’apposito riquadro a schermo, e conferma l’operazione, tramite il pulsante Scarica ora.

IMMAGINE QUI 3

Se non usi il browser Chrome, puoi gestire la tua musica di Google Play tramite il software Music Manager, disponibile gratuitamente su Windows e macOS, tramite questo link.
Per scaricarlo, non devi far altro che premere il tasto Scarica Music Manager, in modo da prelevare il file d’installazione.

Adesso, se usi Windows, fai doppio clic sul file .exe ottenuto e attendi che il download e l’installazione del programma vengano effettuati in modo automatico.
Su macOS, invece, fai doppio clic sul file .dmg e, tramite la schermata che ti viene mostrata, trascina l’icona di Music Manager nella cartella Applicazioni.
Dopodiché avvia l’applicazione e premi su Apri e OK per due volte consecutive, nel riquadro che visualizzi.

Nella schermata che ti viene mostrata, premi su Avanti, accedi con il tuo account Google e seleziona poi la voce Scarica brani da Google Play sul mio computer.
Fai poi clic su Avanti e seleziona la cartella dove vuoi che i file musicali vengano scaricati, dopodiché premi nuovamente su Avanti.

IMMAGINE QUI 4

A questo punto, scegli le caselle Scarica la mia raccolta o Scarica tutta la mia musica gratuita e acquistata e premi il tasto Avvia download, per iniziare il download dei file musicali in formato MP3.

Come scaricare musica da Google Drive

Se hai effettuato l’upload della tua musica su Google Drive e adesso vuoi scaricarla sul dispositivo che stai utilizzando, ad esempio il tuo smartphone, il tuo tablet o il tuo computer, quello che devi fare è seguire le procedure che ti indicherò nei prossimi capitoli.

Smartphone e tablet

IMMAGINE QUI 5

Su smartphone e tablet, puoi raggiungere il tuo scopo mediante l’app Google Drive, che è scaricabile gratuitamente dal Play Store di Android e dall’App Store di iOS.
Tramite l’app in questione, puoi accedere al tuo spazio cloud, per visualizzare i tuoi file personali e scaricarli sul dispositivo mobile.

Se non hai ancora installato quest’app, puoi procedere tramite i link che ti ho fornito.
Nel caso in cui dovessi riscontrare qualche difficoltà durante l’installazione, poi consultare la mia guida su come scaricare Google Drive.

Dopo aver avviato l’app, la prima cosa che devi fare è effettuare l’accesso con il tuo account Google.
Dopodiché, nella schermata principale, premi sull’icona File, situata in basso a destra, e individua la cartella nella quale hai posizionato tutta la tua musica.

Fatto ciò, individua il brano che vuoi scaricare e premi sull’icona , che trovi a fianco.
Nella schermata che ti viene mostrata, fai tap sulla voce Scarica per avviare il download del file musicale.
Questa procedura è valida, però, soltanto su Android.
Su iOS, puoi raggiungere lo stesso risultato selezionando la voce Rendi disponibile offline.

Computer

IMMAGINE QUI 6

Per quanto riguarda i computer con sistema operativo Windows e i Mac, scaricare la musica precedentemente caricata su Google Drive è un’operazione immediata, se si procede tramite piattaforma Web.

Devi, infatti, sapere che è disponibile anche un software gratuito di Google, Backup e sincronizzazione, che permette di effettuare la sincronizzazione dei documenti dal PC al cloud e viceversa ma, dato che è un procedimento un po’ più lungo, te ne parlerò nei prossimi paragrafi.

Se vuoi agire dalla piattaforma Web di Google Drive, quello che devi fare è raggiungere questo link e accedere con il tuo account Google.
Fatto ciò, nella schermata principale, individua la cartella dove è presente la tua musica e fai clic con il tasto destro del mouse su di essa.
Non ti resta, poi, che premere il tasto Scarica, nel riquadro a schermo, per effettuare il download dell’intera cartella.

Se vuoi scaricare i singoli file, accedi invece alla cartella di tuo interesse e fai clic con il tasto destro del mouse sul file da scaricare.
A questo punto, tra le voci che ti vengono mostrate, seleziona quella denominata Scarica, per effettuare il prelievo del brano musicale.

Se il tuo intento è quello di scaricare l’intera cartella con la tua musica, probabilmente agire da piattaforma Web può essere un processo lungo e tedioso.
A tal proposito, puoi utilizzare l’applicazione Backup e sincronizzazione, per effettuare questa procedura più velocemente.

Come prima cosa, raggiungi dunque questo link ed effettua il download e l’installazione del programma.
Non sai come fare?
Niente di più semplice:
sebbene il procedimento sia quasi automatico, puoi consultare questa mia guida dedicata all’argomento, nella quale ti spiego anche come effettuare la sincronizzazione dei file.

A questo punto, dopo aver avviato Backup e Sincronizzazione sul tuo PC, premi sul tasto Inizia e accedi con il tuo account Google.
Fatto ciò, ti verranno mostrate le cartelle del PC per le quali puoi effettuare la sincronizzazione:
dato che il tuo intento è quello di scaricare soltanto la musica dal cloud, puoi anche deselezionarle tutte e premere sul tasto Avanti.

Fatto ciò, nella nuova schermata che ti viene mostrata, seleziona la casella Sincronizza il mio Drive con questo computer e scegli poi l’opzione Sincronizza solo queste cartelle.
Nell’elenco che ti viene mostrato, metti il segno di spunta solo a fianco delle cartelle che contengono la tua musica, in modo da non scaricare anche altri tuoi file personali non attinenti al tuo scopo.

IMMAGINE QUI 7

Adesso, usa il tasto Cambia per indicare il percorso sul PC dove vuoi che la tua musica venga memorizzata e premi il tasto Avvia.
Sì aprirà, quindi, la cartella del tuo PC che hai indicato e, nel giro di qualche istante, vedrai tutta la tua musica che verrà man mano scaricata.

Come scaricare musica da Google Chrome

IMMAGINE QUI 8

Tramite Google Chrome è possibile effettuare il download di musica utilizzando apposite estensioni.
In merito a tale operazione, voglio però fare alcune doverose precisazioni.

Per prima cosa, sebbene i controlli di Google vengano effettuati costantemente, stai attento alle estensioni che installi su questo browser, in quanto possono accedere a dati sensibili senza il tuo consenso.
Google, però tiene alla privacy dei propri utenti e, per tale ragione, impone sempre più restrizioni sui dati accessibili da questi componenti aggiuntivi.

Detto ciò, voglio assicurarmi anche che tu sia consapevole del fatto che scaricare abusivamente musica dal Web che è coperta da copyright è un reato.
Per tale ragione, oltre a non assumermi alcuna responsabilità sull’uso che farai delle informazioni che ti fornirò, il mio consiglio è quello di verificare sempre se i brani musicali che intendi scaricare siano coperti da una licenza “free”.

Con il termine “free” non intendo che i file siano scaricabili gratuitamente, ma che la licenza d’uso sia di tipo Creative Commons con la possibilità di prelevarla almeno per uso privato.
Questo dev’essere esplicitamente indicando, altrimenti è probabile che ti trovi su un sito Web con contenuti di dubbia provenienza e liceità.

Adesso che hai recepito le mie raccomandazioni, è il momento di metterci all’opera.
Tra le estensioni gratuite che puoi trovare sul Chrome Web Store, quella che ti consiglio è Flash Music Downloader.
Per installarla sul tuo browser, fai semplicemente clic sul tasto Aggiungi e premi poi sul pulsante Aggiungi estensione, nel riquadro a schermo.

Questa estensione riesce a catturare il flusso audio di un file musicale presente su un sito Web, come quelli di cui ti parlerò nel prossimo capitolo, anche se non è disponibile alcun tasto di download.
Quello che devi fare, è premere sull’icona dell’estensione in alto a destra, per visualizzare una schermata con l’elenco dei file musicali.
Premi, dunque, sull’icona della freccia in basso per effettuarne il prelievo sul PC.
Facile, vero?

Come scaricare musica da Google

IMMAGINE QUI 9

Su Google puoi effettuare delle ricerche tramite l’apposita barra, per cercare siti Web dove è possibile scaricare musica che sia coperta da una licenza Creative Commons.
Il mio consiglio è quello di utilizzare termini specifici, come ad esempio music creative commons.

Tramite ricerche di questa tipologia, puoi individuare tantissimi siti Web, sia gratuiti che a pagamento, che offrono la possibilità di scaricare musica.
Ovviamente, prima di effettuare un download, verifica la tipologia di licenza Creative Commons con cui sono coperti:
se devi utilizzare uno specifico brano per un progetto su cui monetizzerai, se è indicato NonCommercial, dovrai acquistare una licenza di sfruttamento dell’opera per tale fine.

Nelle prossime righe, ti elencherò alcuni siti Web che puoi consultare per scaricare la musica che preferisci.

  • Bensound – è un portale Web con un vasto archivio di tracce musicali coperte da una licenza Creative Commons libera con attribuzione dei crediti, per un uso personale.
    Per tutti gli altri tipi d’utilizzo, è richiesto il pagamento della licenza con costi variabili, in base al canale di trasmissione che si usa.
  • Envato Elements – è una piattaforma di proprietà di Envato che permette, tramite la sottoscrizione di un abbonamento di 14,50 euro/mese, di accedere a un catalogo con decine di migliaia di file musicali ed effetti sonori.
    La licenza di sfruttamento generalmente prevede il divieto di utilizzo nei broadcast (TV e radio), giusto per farti qualche esempio.
    Verifica sempre il tipo di licenza per ogni singolo brano che intendi scaricare.
  • Incompetech – è un altro portale Web con un database di brani musicali che è possibile scaricare in modo gratuito.
    È richiesto, però, che venga citato l’autore nei crediti, altrimenti dovrai pagare una licenza al costo di 20 euro.